Cronaca
Commenta

Autopsia conferma: Andrea è stato
investito. Colpevole: si stringe cerchio

Per questo motivo i Carabinieri di Viadana stanno passando al setaccio le immagini di tutte le telecamere di videosorveglianza della zona, chiedendo aiuto anche ai colleghi delle province di Reggio Emilia e Cremona, che sono province confinanti con quella mantovana.

Ormai è certo: Andrea Lodi Rizzini è stato investito nella notte tra il 24 e il 25 dicembre sulla strada che collega Boretto a Viadana, dove stava rincasando. I primi dettagli che emergono dall’autopsia hanno infatti confermato la ricostruzione abbozzata primariamente in base al resoconto del padre della vittima. Combacia tutto: gli orari, il tragitto effettuato dall’uomo e pure il colpo letale subito nell’investimento.

Per questo motivo i Carabinieri di Viadana stanno passando al setaccio le immagini di tutte le telecamere di videosorveglianza della zona, chiedendo aiuto anche ai colleghi delle province di Reggio Emilia e Cremona, che sono province confinanti con quella mantovana. Il cerchio si starebbe stringendo su un mezzo in particolare, ma vige ancora il massimo riserbo. Le prossime ore potrebbero portare alla soluzione del mistero.

Intanto ieri mattina, il papà di Andrea, Emilio Lodi Rizzini, è andato in Municipio. “Ho firmato in Municipio per richiedere la cremazione di mio figlio”. Non sa nulla di più sulle indagini ed il dolore è grande, anche se il sospetto che qualcuno possa averlo investito e poi lasciato lì, forse ancora agonizzante c’è. Anche lui sta attendendo risposte. E l’attesa potrebbe davvero essere solo questione di tempo.

R.P.

© Riproduzione riservata
Commenti