Cronaca
I commenti sono chiusiCommenta

Torre Picenardi, festival del cinema
Fi.Du.Cia: giovedì sera 3 proiezioni

Appuntamento con il festival cinematografico Fi.Du.Cia. organizzato dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso di Torre de' Picenardi (CR). Sono tre le proiezioni in programma. Ingresso libero

Giovedì 19 gennaio, dalle 20:30, appuntamento con il festival cinematografico Fi.Du.Cia. organizzato dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso di Torre de’ Picenardi (CR). Sono tre le proiezioni in programma.

ALPINESTATE di Michele Trentini (Italia, 30′, 2022) – La pandemia ha mutato il nostro rapporto con il paesaggio. Lo abbiamo riscoperto e vissuto soprattutto durante il tempo estivo. Il documentario è un invito a co-gliere la meraviglia e la complessità in alcuni paesaggi alpini della contemporaneità, riflettendo sulla nostra relazione spesso “mediata” o “artefatta” con la natura.

S’AVANZADA di Francesco Palomba (Italia, 38′, 2021) – Due trentenni, Roberto e Daniele, hanno deciso di rinunciare alle loro certezze lavorative per dare vita a S’Avanzada Climbing Cagliari, una palestra di arrampicata sportiva all’aperto, nel pieno centro storico della loro città.

CI VUOLE UN FIORE di Vincenzo Notaro (Italia, 52′, 2018) – Nel 2008 nel quartiere più antico della città di Roma, alla Garbatella, è nato il primo orto urbano di Roma. Il palazzo della regione Lazio, motore politico del territorio laziale, fa da sfondo a diversi spaventapasseri e alberi di vario genere che oggi coprono e arricchiscono di verde l’area sottostante, un tempo dominata da desolazione e ghiaia. Qui è raccontata la lotta di semplici cittadi-ni contro un’amministrazione sonnacchiosa ancorata a vecchi modelli economici che vanno a discapito del benessere del cittadino. Da qui la decisione di occupare aree degradate e farne orti condivisi. Tra queste lotte cittadine, si insinuano storie più intime, in una Roma più introspettiva, lontano dal caos dei turisti, una città che scopriamo essere il comune agricolo più grande d’Europa.

L’ingresso è libero.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.