Cronaca
I commenti sono chiusiCommenta

Assistenza Domiciliare Integrata
convenzionata, a Bozzolo è realtà

Giuseppe Torchio, sindaco d Bozzolo, dichiara: "Apprezziamo questa disponibilità della Fondazione OIC Onlus, attraverso l'operato della RSA Domus Pasotelli Romani"

Nelle foto Opincaru Mihaela infermiera del territorio dell'ADI della Domus Pasotelli Romani e il sindaco di Bozzolo Giuseppe Torchio

Con DGR 6866/2022 regione Lombardia ridefinisce i criteri dell’accreditamento per i funzionamento dei servizi ADI (ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA). In sostanza l’ADI è l’assistenza domiciliare di natura socio-sanitaria e prevede assistenza domiciliare infermieristica, fisioterapica, psicologica, socio educativa, assistenziale e cura dell’igiene. In pratica il medico di medicina generale di una persona, tramite ricetta, attiva il servizio stesso in funzione dei bisogni del singolo assistito.

L’ASST farà una valutazione dei bisogni della persona ed elabora un piano sanitario assistenziale appropriato. L’interessato a questo punto sceglie l’Ente di suo gradimento accreditato presso il SSR. Sicuramente per Bozzolo e territorio limitrofo è importante poter avere la presenza di questo servizio per il quale la Fondazione Opera Immacolata Concezione Onlus ha fatto istanza di riaccreditamento ai sensi della nuova normativa; accreditamento avvenuto in data 12/01/22. Servizio che si integra con la medicina del territorio, i medici di medicina generale, i servizi ospedalieri e specialistici e infine anche con gli assistenti sociale per ciò che concerne la rilevazione anche dei bisogni emergenti.

Giuseppe Torchio, sindaco d Bozzolo, dichiara: “Apprezziamo questa disponibilità della Fondazione OIC Onlus, attraverso l’operato della RSA Domus Pasotelli Romani, che arricchisce il territorio di un servizio rivolto agli anziani, e non solo, e alla cittadinanza tutta. Ben si confà l’ottenimento dell’accreditamento, al potenziamento della rete territoriale con la presenza della RSA nel territorio e aperta al territorio stesso”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.