Politica
Commenta

Letizia Moratti a Casalmaggiore,
l'abate, il commercio e i servizi

Una critica anche alla Regione per la quale "I piccoli comuni non hanno importanza". Un trend che ha promesso di cambiare. Perché - anche perché - è proprio in un piccolo comune che conserva radici e ricordi. GUARDA LA FOTOGALLERY, IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1 E IL VIDEODIARIO

Il territorio Casalasco non è un territorio sconosciuto per Letizia Moratti. C’è il legame – di sangue – con Rivarolo del Re e quei ricordi da bambina. Ieri mattina la candidata governatore per il terzo polo, guidata dal candidato Luca Zanichelli, ha passato due ore a Casalmaggiore in giro per la città. E’ entrata nelle attività commerciali ben consapevole “Dell’importanza del commercio di prossimità, delle attività di paese da rilanciare”. Si è fermata con un cicerone d’eccezione, don Claudio Rubagotti, a conoscere la bellezza della Casa abbaziale in parte recuperata nel suo splendore barocco e nella chiesa di Santo Stefano.

QUI SOTTO LA VIDEOINTERVISTA INTEGRALE

Si è fatta raccontare la storia della riproduzione del quadro del Parmigianino il cui originale è ora a Dresda, venduto dall’abate del tempo e finito dopo alterne vicende in Germania. Ha ascoltato i commercianti ma pure chi l’ha fermata per strada per parlare dei problemi di Oglio Po. Ha promesso – per il nosocomio casalasco – di non lasciare nessuna strada intentata per la riapertura del punto nascite “Che non dipende solo da Regione Lombardia, ma sul quale la regione può giocare un ruolo importante con lo Stato, chiedendo una deroga ferme restando tutte le questioni legate alla sicurezza. Se sarò eletta mi impegno a parlare della questione con Roma e ad impegnarmi anche per la Cardiologia”. Poi ancora l’importanza delle infrastrutture, ferrovia e tangenziale “Che va fatta con l’impegno della Regione”. Una critica anche alla Regione per la quale “I piccoli comuni non hanno importanza”. Un trend che ha promesso di cambiare. Perché – anche perché – è proprio in un piccolo comune che conserva radici e ricordi.

QUI SOTTO IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

“Stamattina (ieri per chi legge, ndr) – scrive – sono stata accolta a Casalmaggiore da un clima piacevolmente familiare: prima la signora Norma, con la quale abbiamo amiche in comune, poi Massimo Araldi, che in questo comune del Cremonese ha fatto il sindaco qualche tempo fa e che amava andare a teatro con mio zio Paolo. 
Insieme a loro tanti cittadini e gli amici della Lista Civica Letizia Moratti Presidente che mi accompagnano nella giornata di oggi.
 Per strada e nella Galleria Giorni ho incontrato tanti casalesi tra cui commercianti. Non sono mancati i commenti sul derby di ieri sera, ovviamente, ma l’attenzione è su temi seri, come le esigenze di una giusta sanità di prossimità anche a Casalmaggiore. 
Una tappa al palazzo Abbaziale dove ho incontrato Don Claudio Rubagotti, abate mitrato di questo comune. L’abbazia, luogo prezioso e di grande interesse storico e turistico, è tra quei beni da valorizzare di cui è ricca la Lombardia. Don Rubagotti mi ha illustrato i lavori di ristrutturazione di cui necessiterebbe. Mi sono impegnata a intervenire da presidente di Regione”.

QUI SOTTO IL VIDEODIARIO DELLA GIORNATA

N.C. (foto e video Alessandro Osti)

© Riproduzione riservata
Commenti