Commenta

Coppa Italia Volley A2,
la Pomì fa 3-2 e trova
Ornavasso

pomi-sancascia_ev

AGGIORNAMENTO A GARA CONCLUSA – Sarà ancora Pomì-Ornavasso, ancora in Coppa Italia. Ma tutti, questa volta, sperano che potrà finire diversamente: le api piemontesi, infatti, hanno strappato alle casalesi, nel 2011, la possibilità di una mitica doppietta in Coppa (si giocava in serie B1), vincendo la final four organizzata in casa proprio contro le rosa all’epoca guidate da Dario Tartari. Si giocherà il 20 e il 27 febbraio, da stabilire solo il fattore campo: chi sarà classificato meglio al 20 febbraio giocherà in casa il match decisivo di ritorno (oggi la Pomì ha un punto in più).

La Pomì Casalmaggiore ha superato per 3-2 San Casciano anche nel match di ritorno, dopo avere già vinto la gara di andata per 3-1. Un risultato, quello ottenuto mercoledì scorso, che ha dato la qualificazione alle rosa già dopo i primi due set, vinti 25-22 e 25-18 (5-1 il computo totale e Pomì a quel punto irraggiungibile anche in caso di 2-3 finale al PalaFarina). Parziali giocati con il giusto piglio, con San Casciano che ci ha creduto, mettendo in campo però troppa vigoria e poca tecnica. Solo Bianchini ha tenuto fede alle aspettative, rivelandosi in forma in battuta, fondamentale nel quale le toscane hanno invece latitato. La Pomì, così, ha potuto mettere in crisi un team capace di variare tatticamente ma meno ispirato del solito, o forse rattrappito proprio per la grande prova delle ragazze di Milano.

Con la qualificazione in tasca, la Pomì ha ruotato molto e, anche se le riserve non hanno sfigurato, San Casciano ha dimostrato di tenere parecchio quantomeno al risultato del singolo incontro e ha vinto terzo e quarto parziale (21-25 e 20-25, segno evidente di una gara comunque vissuta con passione e combattuta). Le toscane hanno infatti cercato il secondo successo consecutivo sul parquet di Viadana, espugnato già alla prima di campionato per 3-1.

Milano ha rispolverato la regia di Corna nel tie-break e la Pomì ha così ripreso in mano le redini della partita, portandosi presto avanti e chiudendo poi 15-10. Da segnalare la prova di Vale Zago, premiata come mvp (14 punti e 46% di realizzazione), anche se a segnare più punti è stata Heike Beier (17 punti), comunque discontinua rispetto ai suoi standard. Ovviamente brava anche Corna, che ha segnato il match entrando nel quinto set.

Sugli altri campi sono passate tutte le formazioni già vincenti in trasferta: il 20 e 27 febbraio l’altra semifinale sarà dunque tra Novara e Frosinone. Salvo miracoli, saranno i ciociari a giocare in casa l’andata, visto l’ampio divario in classifica dalle piemontesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti