Un commento

Ladre sotto chiave:
per le due nomadi
multa e pena sospesa

Tribunale-ev

Avevano tentato di rubare ori e preziosi in casa di due donne che, però, dopo averle scoperte, con grande sangue freddo erano riuscite a chiuderle a chiave in una stanza, per poi avvertire le forze dell’ordine.

Mercoledì mattina le due nomadi, residenti al campo nomadi di Casalmaggiore e protagoniste del colpo sventato, sono state condannate dal Tribunale di Mantova: il 14 giugno era avvenuto l’arresto in via Mascagni a Viadana, grazie ad un’azione interforze tra carabinieri e polizia locale.

Per Rita Cavazza, 47 anni, e Jessica Gabrielli, 29 anni, madre e figlia, non si apriranno però le porte del carcere: entrambe infatti sono state condannate (la prima a un anno e sei mesi, la seconda a un anno) ma la pena è stata sospesa perché le due donne hanno già risarcito il danno. Le donne, alla fine, sono state condannate a pagare una multa di 300 euro (per la madre) e di 220 euro (per la figlia).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Nicoletta

    Ma un bel foglio di via dal campo nomadi di Casalmaggiore no???