Commenta

Rissa con roncole:
manca l’interprete,
processo rinviato

tribunale-mantova-ev

Nella foto, il Tribunale di Mantova

Incredibile al Tribunale di Mantova: era infatti previsto per mercoledì mattina il processo per direttissima, che avrebbe dovuto giudicare le responsabilità per rissa aggravata a Viadana di due indiani e cinque pakistani, che martedì sera erano arrivati alle mani, rendendo necessario l’intervento dei carabinieri dello locale stazione.

I sette uomini avevano anche delle roncole e quattro sono finiti all’ospedale Oglio Po con varie ferite. Al momento di iniziare l’udienza il giudice si è però accorto dell’impossibilità di portare avanti la stessa: quando infatti i due indiani e i sette pakistani hanno iniziato a testimoniare, s’è scoperto che nessuno di loro parlava una parola d’italiano. Mancava, tra l’altro, l’interprete e per questo motivo l’udienza è stata ben presto sospesa. Nulla da fare, anche perché, nonostante la vicinanza geografica dei paesi d’origine (India e Pakistan sono confinanti), gli stessi uomini che sono andati a processo non riuscivano a capirsi tra loro.

L’udienza è stata rinviata a giovedì mattina: sempre per direttissima, il processo questa volta si terrà però alla presenza di un interprete, con ogni probabilità capace di comprendere non una, ma due lingue. Come a dire che sbagliando s’impara…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti