Un commento

Viadana sposa
il Wi Fi gratuito
E’ tra i primi a farlo

viadana-wifi_ev

Wi-Fi libero, gratuito e accessibile da tutti senza autenticazione: il Comune di Viadana mette immediatamente in pratica le nuove disposizioni del Decreto del Fare.

A presentare l’iniziativa, che vede Viadana tra i primi comuni nell’attuazione della nuova normativa, è l’Assessore all’Informatizzazione Nicola Federici: “Una delle importanti novità introdotte dal Decreto del Fare è – finalmente – la possibilità  di navigare su internet senza complicate procedure di registrazione. Il Comune di Viadana ha sfruttato immediatamente questa opportunità in quanto crede che internet sia oramai un diritto fondamentale di ogni cittadino e grazie alla collaborazione tra i Responsabili del progetto di informatizzazione e Tnet Servizi Srl ora chiunque con il proprio tablet, portatile o smartphone può allacciarsi alla rete Viadana Wi Fi e navigare liberamente”.

L’innovativo progetto Wi Fi Viadana è inoltre destinato a crescere ulteriormente nei prossimi mesi: oltre a rendere libera la rete si sta provvedendo a potenziare le aree di copertura già finanziate. A tale proposito Nicola Federici – che ricopre anche il ruolo di Assessore ai Servizi Scolastici – presenta un’importante iniziativa: “Grazie all’installazione di un nuovo hot spot in Via Rocca sarà possibile per l’I.T.C. Ettore Sanfelice iniziare un nuovo progetto di sperimentazione di laboratori informatici, utilizzando la connessione gratuita fornita dalla rete municipale; ho ritenuto importante collaborare al buon esito di tale progetto, in quanto considero indispensabile per l’amministrazione viadanese investire in iniziative di formazione innovativa rivolta alle nuove generazioni”.

E così Wi Fi libero per accedere direttamente ad internet, così anche al nuovo sito comunale sempre più di semplice consultazione per mirare alla trasparenza e alla partecipazione attiva. A tale proposito Federici si sofferma sulle novità: “Da qualche giorno è già attiva la sezione “Amministrazione Trasparente” in linea con le nuove disposizioni di marzo 2013; si è pensato di andare oltre il mero adeguamento alla normativa vigente, introducendo sezioni di partecipazione attiva dove il cittadino possa dire la sua: “Suggerimenti del Cittadino” per trasmettere idee, suggerimenti e proposte in un’ottica di coinvolgimento del singolo utente nella vita amministrativa; “Valutazione dei Servizi Comunali” per valutare in modo costruttivo l’attività degli uffici comunali segnalando disservizi ed indicando eventuali soluzioni al fine di migliorarne l’efficienza. Restano sempre disponibili lo streaming delle sedute del consiglio, la pagina “decoro urbano” per le segnalazioni,  oltre che la sezione degli open data dove trovare un’ampia gamma di dati e statistiche di varia natura sempre aggiornate.  L’intento è quello di rendere il sito comunale sempre più uno strumento di democrazia partecipata che consenta al cittadino di entrare direttamente nella vita comunale. Prossimo obiettivo semplicare ulteriormente la visione del bilancio comunale attraverso un programma in opensource (uso gratuito) già utilizzato con buoni risultati dalla Provincia di Prato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Gerrj

    sarebbe anche opportuno adeguare tutto il territorio con una connessione cablata in grado di restare al passo con le più moderne necessità di traffico dati… :/