Un commento

La Pro Loco risponde
a Tenca e respinge
le dimissioni di Vallari

vallari-casalmaggiore-ev

Nella foto, Marco Vallari presidente della Pro Loco di Casalmaggiore

Dopo le accuse del consigliere Giampietro Tenca, che ha parlato di una gestione troppo famigliare, di scarsa democrazia, di nessuna votazione su decisioni importanti, il consiglio della Pro Loco di Casalmaggiore, riunitosi giovedì scorso, ha fatto quadrato in difesa del presidente Marco Vallari, respingendone le dimissioni giunte in seguito alle dichiarazioni di Tenca.

Di seguito, il comunicato integrale della Pro Loco casalese.

Giovedì sera si è riunito il Consiglio di Amministrazione della Pro Loco e fra i punti all’ordine del giorno era prevista una relazione dettagliata del Presidente Marco Vallari contenente tutte le risposte circostanziate alle accuse di Giampietro Tenca. Il Consigliere Tenca pur esplicitamente invitato dal Presidente che desiderava rispondergli faccia a faccia nella sede adeguata, non ha voluto partecipare, ma la relazione scritta è stata regolarmente presentata, discussa, messa agli atti e allegata al verbale della seduta per la consultazione. Il Presidente, a causa delle gravi accuse personali ricevute e della tensione creatasi in seno all’associazione a causa del comportamento del Consigliere Tenca, ha ritenuto opportuno rimettere il suo mandato nelle nostre mani. Il Consiglio ne ha respinto le dimissioni dichiarando, all’unanimità e con votazione palese, il suo sostegno rinnovando piena fiducia nel Presidente Marco Vallari e nel suo operato. Altresì il Consiglio, reso opportunamente edotto del testo di tutte le comunicazioni ricevute in sede dal sig. Tenca (compresa l’ultima, recapitata solo pochi giorni fa, ancora più aspra nelle accuse e nei toni) si è molto risentito di quanto riportato in esse e disapprova totalmente il comportamento del Consigliere per il grave discredito che da alcuni mesi sta gettando sulla Pro Loco. Pertanto, a fronte della reticenza del Consigliere Tenca a confrontarsi di persona, verrà convocata una riunione straordinaria nel breve periodo, alla quale il sig.Tenca sarà invitato a partecipare. Tale incontro, la cui necessità è stata deliberata all’unanimità, sarà utile al fine di poter ascoltare le sue giustificazioni in merito ai gravi attacchi lanciati a mezzo stampa e durante l’assemblea dei soci nei confronti del Presidente e del Vice Presidente e dei Consiglieri tutti. Facciamo presente che in seno all’associazione le opinioni del sig. Tenca e del Sig. Frassanito sono esclusivamente loro personali in quanto non riflettono in alcun modo quelle del Consiglio Pro Loco e non rispecchiano la realtà dei fatti, come facilmente riscontrabile dai verbali. Sottolineiamo infine la scorrettezza del Consigliere Tenca nel farci oggetto di una minaccia scritta evocando il ricorso alla stampa qualora non fosse stata accolta una sua esplicita richiesta. Pur avendo rispettato la sua volontà, nonostante la sua assenza, disapproviamo totalmente la scelta di ricorrere comunque alla stampa, di fatto tradendo la nostra buona fede.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Bubba

    Allora, facciamo un sunto…
    Il Consigliere Tenca dimissionario da caporedattore del giornale, giustamente porta a galla un problema alla proloco..e tutti tacciono, un altro consigliere, anche questo porta le proprie dimissioni…
    Il giornalino secondo la proloco dovrebbe essere gestito dai sudditi del varicano…
    Il presidente della stessa vorrebbe lasciare…
    La proloco esulta prima del consuntivo finale…dicendo per i giovedi ” abbiamo fatto il botto”
    All’interno della stessa ci sono vari parenti che amministrano…

    Mah!!!! Qui c’é troppa puzza di bruciato, e troppo fumo!!!

    Per far luce si potrebbe mettere i consigli in streaming.