Commenta

M5S, sul questionario
Mafie pieno sostegno
a Paolo Zanazzi

m5s-viadana_ev

Soddisfazione e piena volontà di appoggiare l’iniziativa: sono questi i sentimenti che traspaiono evidenti dal comunicato del Movimento 5 Stelle di Viadana, in merito alla mozione che il consigliere Paolo Zanazzi ha presentato per il prossimo consiglio: ricordiamo che il consigliere ha chiesto al comune di Viadana di diffondere e far conoscere il questionario sulla percezione delle Mafie nel comune di Viadana.

“L’iniziativa del cons. Zanazzi  è apprezzata e appoggiamo con soddisfazione la mozione” si legge nel comunicato “. Già nell’ottobre del 2011 il M5S Viadana aveva organizzato un’assemblea pubblica per dibattere sul tema “mafie” nel nostro territorio che ebbe un riscontro inaspettato dalla cittadinanza con l’Auditorium ITC pieno. In quell’occasione proponemmo all’amministrazione alcune iniziative comunali per contrastare il fenomeno dell’infiltrazioni mafiose e per informare e coinvolgere la popolazione, tra cui la diffusione del questionario FDE.

Proposte mai ascoltate e mai considerate neanche dalla maggioranza, anzi venimmo attaccati dal Consigliere di maggioranza Villirillo il quale affermò che “il M5S usa il tema mafia in modo demagogico e che rischia di offendere l’intera comunità calabrese di Viadana”. Evidentemente il Cons. Villirillo, o chi per lui, dimenticò in quella circostanza che nel Novembre del 1992 Domenico Scida, cutrese, e Maurizio Puca, napoletano, vennero assassinati a colpi di pistola dalla ‘Ndrangheta in pieno centro a Viadana.

Non solo, ma per rinfrescare la memoria di Villirillo e di chi ha affermato per anni che la ‘Ndrangheta non è mai stata presente nel territorio viadanese, avevamo elencato sul nostro sito (http://viadana5stelle.blogspot.it/2012/01/ndrangheta-cancro-sociale-e-economico.html) tutti gli episodi di infiltrazione mafiosa nel viadanese documentabili con atti di Procura e testate giornalistiche locali. Oltre a ribadire come la comunità calabrese sia una risorsa fondamentale per il nostro tessuto sociale ed economico, ed è la prima vittima del sistema mafioso che va a minare la libertà e l’economia del nostro territorio”.

“Le mafie danneggiano tutti” precisano il M5S “e favoriscono i disonesti qualsiasi sia l’origine culturale o territoriale. Perciò apprezziamo ancor di più l’iniziativa di Zanazzi che evidenza come il Comune abbia provato a fare qualcosa in questi due anni ma non a sufficienza.

Anche per questo che per il 25 Ottobre abbiamo organizzato una serata pubblica all’Auditorium Gardinazzi con esperti di mafia come Claudio Meneghetti (autore del libro “‘Ndrangheta all’assalto delle terre dei Gonzaga”), Luigi Caracciolo (Responsabile Sezione Interforze di polizia Giudiziaria alla Procura della Repubblica di Mantova), la deputata 5 Stelle Giulia Sarti (esperta di mafia e in Commissione Giustizia alla Camera) e la Consigliera Regionale del M5S Silvana Carcano (Commissione Antimafia Regione Lombardia), al fine di sensibilizzare la cittadinanza e l’amministrazione al problema. Lo scopo della serata sarà quello di capire com’è la situazione attuale dell’infiltrazioni mafiose in Lombardia e nel nostro territorio, raccogliere le testimonianze degli ospiti e dei cittadini dibattendo sul fenomeno mafioso con domande, risposte e curiosità”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti