Commenta

Il doposcuola al tempo
della crisi: proposta
di Arces Viadana

doposcuola_ev

Una nuova iniziativa dell’Arces di Viadana viene illustrata con un comunicato dalla stessa associazione. “Ci siamo sempre occupati di Politica con la “P” maiuscola” si legge “intesa come attenzione rivolta verso i cittadini nel ricercare linee funzionali nell’attuazione del bene comune. La nostra attività si è sempre distinta come azione volta a produrre condizioni e realizzazione della convenienza umana, al di sopra dei colori politici e perseguendo fini di giustizia sociale”.

Dopo l’introduzione, la proposta concreta. “In base agli input trasmessi dai nostri volontari e da alcuni cittadini, in alcune riunioni della nostra associazione è stata avvertita l’esigenza di costituire un dopo scuola per ragazzi di elementari/medie, per favorire le mamme in attività a costi accessibili, visto che la crisi sta investendo ormai la maggior parte delle famiglie. La garanzia della presenza professionale e qualificata per intrattenere i ragazzi  aiutandoli prima nel fare i compiti e nello studio e poi con attività ricreative, giochi, laboratori ecc.

Questo il progetto. “I nostri volontari accoglieranno i ragazzi presso la sede Arces dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle 18. Tale progetto sarà realizzato soltanto se verrà raggiunto un numero sufficiente di ragazzi: in tal caso si provvederà a stabilire un costo che sarà comunque contenuto, pur tenendo conto dei costi organizzativi e dei rimborsi spese per il personale qualificato e anche di eventuali costi di utenze per i mesi invernali. Quest’ultima spesa dipende dall’amministrazione comunale che provvederemo a contattare  al più presto. Per iscrizioni ed informazioni si può contattare il volontario Ettore al numero 328-2475510”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti