Commenta

Distretto rurale ‘bio’
lunedì incontro
a Viadana

distretto-bio-casalmaggiore-ev

Nella foto, il primo incontro a Casalmaggiore

Dopo il briefing casalasco, quello viadanese: il distretto rurale a vocazione biologica del comprensorio Oglio Po vivrà il suo secondo appuntamento ‘operativo’ lunedì 25 novembre in auditorium ‘Gardinazzi’ a Viadana.

Il progetto targato Pd, che proprio nell’ex sindaco viadanese Giovanni Pavesi ha uno degli ideatori (insieme ad Agostino Alloni) e che ha trovato in Marco Carra il prosecutore in ambito mantovano, verrà presentato alle ore 18 alla presenza degli stessi consiglieri regionali di riferimento, dell’assessore regionale all’Agricoltura Gianni Fava (che gioca in casa ed ha già approvato l’iniziativa), dei sindaci Giorgio PenazziClaudio Silla, rispettivamente di Viadana e Casalmaggiore.

Un appuntamento aperto a tutti i soggetti del mondo del ‘bio’ interessati ad aderire ad un distretto rurale comprensoriale unico per la sua vocazione non soltanto a livello regionale ma anche nazionale. Un terzo incontro è in calendario a Casalmaggiore per mercoledì 27 novembre ed è organizzato dal Gal Oglio Po Terre d’Acqua, che per voce del presidente Giuseppe Torchio si è già detto disponibile a fare da regista di un distretto che avrà come enti capofila anche i comuni di riferimento del comprensorio, Casalmaggiore e Viadana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti