Commenta

Portanuova, dubbi
e critiche sulla gestione
della Cittadella

gialdi-portanuova-ev
Chi lavora contro la cittadella della salute? A chiederselo, dopo l’incontro pubblico di sabato mattina sul tema della progettata nuova clinica privata di Viadana, ancora in attesa dell’approvazione consiliare, è la Lista Portanuova. I ‘civici’, in un comunicato, esprimono le loro perplessità sul come l’amministrazione comunale viadanese abbia gestito la situazione. Ecco il testo integrale della nota diffusa sabato pomeriggio.

In data 28/6/2013 è stato depositato nei termini contrattuali il progetto “Cittadella della Salute”: perché nel successivo Consiglio Comunale del 11/7/2013, in risposta ad una nostra interpellanza, l’Amministrazione ha dichiarato di non sapere nulla al riguardo?

In data 31/7/2013 il progetto “Cittadella della Salute” è stato annunciato in Consiglio Comunale con impegno del Sindaco ad approfondire in altra sede dettagli, proposte e controproposte: perché dal 31/7 ai primi di Dicembre non è mai stata data opportunità ai consiglieri comunali di approfondire tale progetto? Adottando il Piano Triennale OO.PP. 2014/2016 nel mese di Ottobre, come mai la Giunta non ha inserito il nuovo progetto “Cittadella della Salute” disponendo già di un progetto di massima depositato sin dal 18/6/2013? E come mai, nel modificare il piano precedente inserendo il nuovo progetto, non si è voluto cogliere l’occasione per togliere alcune opere non gradite ai consiglieri così da favorire un voto favorevole?.

Alle critiche dei consiglieri sull’ipotesi di spostamento della Farmacia Comunale nella “Cittadella della Salute” il Sindaco ha rassicurato che ciò non sarà previsto: perché allora il volantino di queste ore della sezione PD di Viadana, avvalorato dalle firme dei suoi 4 assessori, conferma lo spostamento in Piazzale Libertà della farmacia comunale?.

Infine, con l’abbandono della seduta del 17/12, tutti i gruppi consiliari presenti (assenti i due gruppi di riferimento del Sindaco e Vice Sindaco) hanno inteso di non hanno bocciare il progetto sollecitando, per l’ennesima volta, il Sindaco a dare risposte ai diversi quesiti prima di una decisione: perché il Sindaco insiste nel voler riconvocare il Consiglio senza intraprendere alcuna responsabile e doverosa iniziativa per rispondere ai consiglieri? Perché convoca un’assemblea pubblica in 3 giorni a ridosso di Natale avendo avuto 6 mesi di tempo per farlo? Perché non convoca i singoli gruppi per dar loro le risposte e le assicurazioni che chiedono da mesi? Sembrerebbe ormai più che evidente che gli unici veri avversari del progetto “Cittadella della Salute” siano da individuare dentro l’Amministrazione Comunale e tra coloro che la spalleggiano politicamente e non tra i banchi dei consiglieri comunali.

Se è vero che nessuno è veramente contrario al progetto, che il Bocciodromo è ritenuto da tutti inadeguato e che il vuoto progettuale creerebbe gravi danni alla città, una piccola forza di opposizione come la nostra non può che auspicare che il Sindaco e le sue forze di maggioranza dimostrino alto senso di responsabilità nel trovare una rapida soluzione affinché i cittadini non vengano aggravati da ulteriori costi e dalla perdita di ulteriori servizi. Portanuova farà la sua parte, nell’interesse di tutti come ha sempre fatto, e auspica che, un minuto dopo, si creino le condizioni per chiudere questa fallimentare esperienza politico-amministrativa ed evitare che si trasformi nel fallimento della nostra città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti