Commenta

Bozzolo, botte
alla compagna davanti
ai due bambini piccoli

carabinieri-auto-ev

BOZZOLO – Violenta lite tra una coppia di magrebini venerdì mattina in centro a Bozzolo. Diversi testimoni sono rimasti sconcertati dalla violenza con cui un uomo sui 40 anni, dalla carnagione olivastra infieriva contro una donna molto più giovane di lui, probabilmente la sua consorte.

Il particolare che ha reso il momento ancor più angosciante è che al terribile litigio hanno assistito i due bambini della coppia seduti in auto. L’incredibile episodio è accaduto nei pressi di un negozio di alimentari e ha attirato l’attenzione sia di diversi passanti sia dei clienti della rivendita, dalla quale addirittura una signora è uscita portando qualcosa da bere e una merendina nel tentativo di consolare i due piccoli spaventati e piangenti.

Siccome la lite tra i due (che pare siano residenti a Rivarolo Mantovano) andava avanti da parecchio tempo, ad un certo punto si è deciso di chiamare la Polizia locale a cui poi si sono aggiunti i Carabinieri- Da quello che si è potuto capire e in assenza di una versione ufficiale sembra che la donna non ne volesse sapere di salire in macchina e per questo avrebbe ricevuto prima male parole poi strattoni sino a venire picchiata duramente e con inaudita violenza. L’intercalare dei due litiganti, in lingua araba, non consentiva di comprendere ciò che si dicevano ma le botte che l’uomo dava alla compagna infierendo su di lei erano sufficientemente eloquenti al punto da costringere i testimoni a chiamare le forze dell’ordine.

Tuttavia venerdì pomeriggio presso la sede della Compagnia di Carabinieri di Viadana non era ancora giunta alcuna denuncia. Una scelta che la donna picchiata evidentemente ha deciso di adottare per il momento, anche se avrà a sua disposizione ancora diversi giorni per poterlo fare.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti