Commenta

Motta, si sente male
alla guida ma ferma
in tempo il trattore

trattore-soccorsi_ev

Nella foto i soccorsi e il mezzo agricolo “parcheggiato” lungo una strada secondaria

MOTTA BALUFFI – Attimi di apprensione a Motta Baluffi per le condizioni di un uomo di 69 anni, pensionato ma ancora avvezzo al lavoro nei campi, che si è sentito male attorno alle 14 di sabato pomeriggio ed ha rischiato davvero grosso. La mente è subito corsa all’episodio della scorsa settimana a Canneto sull’Oglio, dove un vivaista perse la vita proprio a bordo di un trattore, a causa del ribaltamento del mezzo.

L’agricoltore, che abita a poca distanza dai campi, si era appena allontanato dall’abitazione a bordo del suo trattore, quando, probabilmente per un colpo di calore, ha subito un abbassamento di pressione preoccupante: rimasto cosciente, l’uomo ha spiegato ai sanitari, intervenuti in codice rosso, di avere visto una strana nebbia, a causa del malore, ma di essere comunque stato in grado di fermare il mezzo agricolo. In questo modo il 69enne ha evitato l’eventualità che il mezzo pesante proseguisse sulla strada fuori controllo, rischiando di ribaltarsi e di creare una situazione drammatica.

La freddezza ha dunque salvato con ogni probabilità la vita al 69enne, o comunque gli ha evitato complicazioni peggiori: i sanitari hanno sistemato l’uomo su una barella e poi sono ripartiti ma in codice verde, anche perché la pressione è tornata a migliorare e l’agricoltore ha dato dunque segnali incoraggianti. Per precauzione è comunque stato trasportato all’ospedale Maggiore di Cremona, mentre i parenti, un po’ più sollevati, hanno osservato le operazioni di soccorso.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti