Commenta

Gli scavi a Bedriacum
portano alla luce
il terzo mosaico

mosaico-bedriacum-ev

Foto Sessa

CALVATONE – L’antico vicus della Cisalpina romana di Calvatone, ha mostrato un nuovo gioiello storico: tra gli scavi della romana Bedriacum, è tornato alla luce un reperto archeologico di straordinario valore. Si tratta di un mosaico policromo composto da pietre di varie dimensioni. Tessere bianche, nere, gialle, rosa e viola che compongono una treccia del tutto simile ad una decorazione trovata a Mantova, in piazza Sordello, che è però di tre colori. La scoperta è stata resa possibile dall’annuale campagna di scavi diretta dalla docente di Archeologia delle Province Romane Maria Teresa Grassi, dell’Università degli Studi di Milano.

Il reperto dovrebbe essere una porzione di pavimento di una domus che si presume essere stata piuttosto grande. La datazione dovrebbe risalire al terzo secolo dopo Cristo. La scoperta arriva a oltre cinquant’anni dal ritorno alla luce del Mosaico del Labirinto, ora custodito nelle sale del museo di Piadena, e a sei anni dal ritrovamento del Mosaico del Kantharos. Autore dell’importante rinvenimento, l’archeologo Giorgio Rossi.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti