Commenta

Primo Consiglio da
sindaco per Rivaroli:
si parte dall’Unione

rivaroli-lista-ev

Nella foto, Velleda Rivaroli coi membri della lista Insieme per Scandolara e Castelponzone

SCANDOLARA RAVARA – “C’è estrema soddisfazione perché per la quinta volta consecutiva il nostro gruppo ha ottenuto la fiducia degli elettori di Scandolara Ravara. Il 75% dei consensi è un dato davvero soddisfacente, che oltre a rimpirci di orgoglio ci investe di una grande responsabilità”: parole di Velleda Rivaroli, neo sindaco scandolarese, pronunciate a poche ore dall’insediamento ufficiale. Mercoledì 4 giugno, alle ore 21, in municipio a Scandolara Ravara, l’ex assessore esterno dell’amministrazione di Gianmario Magni e l’intero consiglio comunale presteranno giuramento, aprendo il nuovo mandato: “Per prima cosa riprenderemo il discorso sull’Unione, quella attuale di Municipia nominando i nostri rappresentanti, ma anche quella allargata che arriva sino a Martignana di Po”.

Dalla gestione collegiale dei servizi muoverà i primi passi l’amministrazione-Rivaroli, che si completa con due assessori (nessun esterno): uno ai Servizi Sociali, l’altro ai Lavori Pubblici, Patrimonio e Ambiente. Entrambi verranno nominati nel corso dell’adunanza di mercoledì. “Mi farò carico io delle aree relative a Scuola, Bilancio e Sicurezza”, precisa Rivaroli. Una delega verrà riservata ad ogni consigliere della lista civica ‘Insieme per Scandolara e Castelponzone’, che alle urne ha ottenuto il 74,75%, 410 voti in più rispetto al 25,24% di ‘Insieme per la svolta’, che proponeva come candidato sindaco Francesco Borghesi. Sette più il sindaco i membri della maggioranza in consiglio comunale, tre i seggi alle minoranze. “Creeremo anche quattro commissioni specifiche, una per i servizi sociali, una per la cultura, una per il patrimonio museale e una per l’ambiente, in modo tale da allargare il lavoro anche ai non eletti che hanno contribuito al successo elettorale”.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti