Commenta

Frazione nel mirino
dei ladri, un furto
a segno l’altro sventato

furto-casa-giorno-carabinieri-ev

CAPPELLA (CASALMAGGIORE) – Otto anni fa alcuni malviventi razziarono tutti i preziosi: nella stessa abitazione, a Cappella, frazione di Casalmaggiore, dove vive una famiglia, marito e moglie con due bimbi, domenica scorsa i ladri hanno fatto ancora ‘visita’. Tra le ore 11,30 e le 15 i residenti non erano in casa e al ritorno hanno fatto l’amara scoperta. Il cancello in ferro forzato, con ogni probabilità con un piede di porco utilizzato poi dagli stessi malviventi per aprire la porta vetrata da cui sono entrati all’interno della villetta. I ladri hanno agito al solito mettendo tutto a soqquadro: stanze sottosopra, quadri tolti dai muri a caccia (invano) di una cassaforte. Il bottino si è ‘limitato’ ad alcuni preziosi, ori, collane e orecchini che erano da poco stati regalati ai figli della coppia nuovamente derubata.

Sempre a Cappella, ma due settimane prima, nella notte tra sabato e domenica, un furto è andato stavolta a vuoto. I malviventi si sono introdotti nell’abitazione di un artigiano, che in quel momento stava dormendo nella propria camera da letto. Svegliatosi improvvisamente, l’uomo si è ritrovato una torcia elettrica puntata sul volto. Accecato, ha gridato e fatto fuggire i ladri: due sagome piuttosto alte, irriconoscibili. In entrambi i casi, è stata sporta denuncia ai Carabinieri della stazione di Casalmaggiore.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti