Commenta

L’Emiliana Parati
sostiene i progetti
dell’Istituto Diotti

dall'asta-freddi-passera-ev

Nella foto, da sinistra Cinzia Dall’Asta, Egidio Freddi e Federica Passera

CASALMAGGIORE – Il 50% in meno di trasferimenti dal Ministero dell’Istruzione rispetto al 2011. Una serie di attività extra curriculari che la direzione ed il corpo docenti vorrebbero poter garantire a tutti, indistintamente. Compresi gli alunni le cui famiglie non hanno le possibilità economiche per affrontare ulteriori spese scolastiche. Ecco quindi che in soccorso della scuola pubblica arriva il privato, inteso in questo caso come impresa, che della scuola condivide il territorio. Da queste basi nasce il binomio tra l’Istituto Comprensivo Diotti di Casalmaggiore e l’azienda Emiliana Parati, industria con sede a Vicomoscano che guarda soprattutto all’estero per i propri affari ma ha un occhio di riguardo per le realtà culturali locali e da quattro anni offre un sostegno economico al Progetto Incontro avviato alle medie maggiorine ed indirizzato ai ragazzi disabili e a quelli che vivono situazioni di disagio. Una partnership resa ufficiale sabato mattina alla ‘Diotti’: “Sono sempre meno le aziende locali che investono sul futuro, sulla scuola, sulla cultura – ha esordito la docente con funzioni strumentali in ambito di handicap e disagio Federica Passera -. Emiliana Parati si è dimostrata attenta e sensibile e quest’anno il marchio dell’azienda si legherà ai progetti cardine del nostro istituto”. “Come contropartita – ha proseguito Federica Passera – la Diotti metterà a disposizione dell’Emiliana Parati struttura e professionalità per corsi di aggiornamento, di lingua straniera, di informatica”.

“Il Progetto Incontro è tra le priorità dell’istituto – ha spiegato la dirigente scolastica Cinzia Dall’Asta -. Sono queste le iniziative da portare avanti e potenziare, in maniera sempre più individualizzata, per valorizzare le differenti intelligenze dei singoli. Per farlo, la collaborazione con le imprese e le agenzie culturali e formative del territorio è fondamentale”. “Puntiamo molto sulla scuola, su progetti che possano aiutare ragazzi disabili e più in generale che sostengano la cultura, la formazione – così Egidio Freddi amministratore delegato di Emiliana Parati -. Anche perché come azienda in futuro avremo bisogno di nuovi collaboratori e dipendenti che abbiano la testa sveglia”. Tra i progetti extra curriculari dell’Istituto Diotti, come preannunciato dalla direttrice Dall’Asta, vi sarà anche un’iniziativa con il comitato casalese di Croce Rossa.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti