Commenta

Operazione antidroga
davanti al Romani
e alla stazione Fs

cani-antidroga_ev

Nella foto due momenti dell’operazione presso il Polo Romani

CASALMAGGIORE – Finanzieri in divisa e cani antidroga: presenze decisamente inusuali sin dalla prima mattina di giovedì davanti al Polo Scolastico Romani di Casalmaggiore. Va detto che già in passato, in particolare nei giardini pubblici del Polo, si sono concentrati controlli relativi alla presenza di piccoli spacciatori, che in qualche caso hanno cercato di adescare come clienti proprio alcuni dei giovani studenti della scuola. Ma un’operazione di questo genere, peraltro in forze, negli ultimi tempi non si ricordava.

Otto finanzieri hanno dunque parcheggiato le due auto più il furgoncino adibito al trasporto dei cani della Guardia di Finanza davanti al cancello laterale (in zona pensilina dei pullman) della scuola di via Trento e poi hanno iniziato a ispezionare proprio nei vicini giardinetti battendo metro per metro la zona, con i cani lupo addestrati in questo particolare compito che hanno fiutato alla ricerca di qualche sostanza proibita o di tracce importanti. Una vera e propria operazione antidroga, che ha sorpreso molti degli studenti, probabilmente più incuriositi che intimoriti dalla presenza dei finanzieri: attorno alle 7.30, infatti, la maggior parte dei ragazzi che frequentano l’Istituto Romani arriva a destinazione davanti alla scuola e molti dei giovani si raggruppano nella zona dei giardini pubblici, dove da qualche anno si trova la cancellata di ingresso principale.

Ricordiamo che lo scorso aprile una brillante operazione dei carabinieri di Casalmaggiore si concluse con l’arresto del 36enne Andrea Prefumo, il quale arrivò a smerciare l’hashish spesso e volentieri anche a giovani ragazzi casalesi (alcuni iscritti proprio al Polo Romani), grazie ad un database che, tra celle telefoniche e social network, arrivò addirittura a 42mila contatti in pochi mesi.

AGGIORNAMENTO ALLE ORE 13 – L’operazione antidroga della Guardia di Finanza si è estesa, sul territorio casalese, anche in zona della stazione ferroviaria. Le stesse due auto, più furgoncino, sono infatti state viste poco dopo l’intervento nei pressi del Polo Scolastico Romani, anche in viale Mazzini in corrispondenza della fermata su rotaia di Casalmaggiore. Anche qui l’operazione mirava principalmente a scoprire eventuali tracce di operazioni illeciti e di spaccio di sostanze stupefacenti. Essendo da qualche mese abbandonata e senza più un presidio fisso, anche la stazione ferroviaria è divenuta, suo malgrado, un luogo sensibile dal punto di vista di traffici loschi.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti