Commenta

Treno in ritardo,
acceso battibecco tra
passeggero e controllore

trenord_ev

Nella foto un momento del battibecco

CASALMAGGIORE – Acceso battibecco domenica pomeriggio tra un controllore e un viaggiatore, nella stazione ferroviaria di Casalmaggiore. Una ventina di persone erano in attesa del treno delle 14.15 che da Brescia porta a Parma e che è arrivato con il consueto ritardo. Quando alle 14.45, quindi trenta minuti dopo l’orario previsto, il convoglio si è presentato sui binari, una  delle persone in attesa ha chiesto al controllore sceso dal treno se gli poteva spiegare il motivo di un simile ritardo, oltretutto non annunciato con l’altoparlante.

L’uomo, con evidente tono di sufficienza, ha cercato di eludere la domanda, continuando a farsi i fatti suoi. Poi, vista l’insistenza, ha risposto che “il materiale era stato consegnato a Brescia in ritardo”, utilizzando una frase un po’ oscura per il comune cittadino e soprattutto usando un tono di supponenza sino ad aggiungere: “Ma lei se la prende con me. Si rivolga al sito di Trenord, se ha qualcosa da dire”. A quel punto il viaggiatore ha insistito: “Me la prendo con lei perché lei tra poco passerà nelle carrozze pretendendo di far pagare il biglietto senza considerare il disagio, gli inconvenienti e i problemi che questo ritardo provocherà alle persone”. “Certo che farò pagare il biglietto” ha concluso il controllore “perché questo è il mio lavoro. Io sono in viaggio dalle 10 e non ho ancora mangiato” ha ribadito, risalendo poi sul convoglio mentre qualcuno gli indirizzava un invito a dimettersi piuttosto che continuare a rappresentare un’azienda che ogni giorno crea disagi alla clientela  in quella maniera.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti