Commenta

Mondiali di rugby,
a Viadana ci sono
i soldi ma non le opere

federici_ev

Nella foto, Nicola Federici

VIADANA – I mondiali di rugby under 20 si terranno il prossimo giugno in Italia. Le partite si svolgeranno in Lombardia, in quanto sede dell’Expo 2015. Viadana avrà l’onore di ospitare tre giornate di campionato in virtù della ormai trentennale storia sportiva e degli impianti presenti in territorio comunale, realizzati grazie alla passione di imprenditori e amministratori locali.

“Purtroppo – fa sapere Nicola Federici il segretario del circolo Pd di Viadana – alcune opere già progettare e finanziate, rischiano di non essere disponibili in occasione dei mondiali in quanto l’atto aggiuntivo all’ADP tra Regione Lombardia, Provincia di Mantova, Comune di Viadana, Società di Rugby e Lavadera Village, non è ancora stato sottoscritto dal Comune di Viadana e dai soggetti privati”. “Le opere in questione – precisa Federici -, indispensabili per le esigenze del campionato, presenti in entrambe le versioni dell’A.D.P., sono: il nuovo parcheggio, la biglietteria e la sistemazione degli spogliatoi”.

Opere funzionali allo stadio Zaffanella, alla struttura comunale della piscina, al palasport e alle scuole che ancora non sono state messe in cantiere. “Il comune di Viadana – prosegue Federici – in qualità di soggetto attuatore dispone in cassa di 500mila euro da fondi regionali e circa 100mila euro di fondi comunali per queste opere ed è già proprietario delle aree e degli immobili. Pertanto in qualità di rappresentante del Partito Democratico di Viadana, propongo al commissario prefettizio Isabella Alberti di dare immediata e tempestiva attuazione alle opere e di rimuovere ogni causa ostativa alla loro realizzazione, affinché Viadana possa garantire, al pubblico internazionale che ospiterà, sia servizi adeguati che l’immagine positiva che la nostra città si merita”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti