Commenta

Primavera Pulita,
150 per liberare la golena
da tutti i rifiuti

primavera-pulita7_ev

Nella fotogallery alcuni momenti della mattinata

CASALMAGGIORE – Una mattinata per prendersi cura dell’ambiente: dell’argine del fiume Po, della nostra golena, ma anche delle vie del centro, o di quelle periferiche, e dei giardini pubblici di Casalmaggiore. Con un occhio di riguardo per le frazioni. Primavera Pulita 2015, organizzata come sempre dall’Associazione Persona Ambiente e da Damiano Chiarini, che dal compianto padre Umberto ha ereditato il grande rispetto e la grande sensibilità verso il nostro paesaggio naturale, è stata un successo.

Alle ore 9 di domenica oltre 150 persone, in forma assolutamente volontaria, sono partite da piazza Garibaldi per coprire varie zone, dodici in tutto, prestabilite, con una suddivisione dei compiti che ha evidenziato una profondo organizzazione e rispetto dei ruoli. Il tutto col sorriso, per ritrovarsi attorno alle 12.15 sempre in piazza con una decina di camion, forniti da Casalasca Servizi, carichi di rifiuti, senza dimenticare le cosiddette Cargo-Bike, sulle quali Giancarlo Simoni e Matteo Rastelli hanno portato parecchi sacchi dell’immondizia via via raccolta. Oltre ai mezzi, motorizzati e non, va detto che molti sacchi sono stati portati a mano e lasciati sul ciglio della strada in piazza, in attesa di un ulteriore passaggio da parte dei camion di Casalasca Servizi.

Il dato ufficiale parla di 119 partecipanti, ma oltre alle associazioni che si sono registrate in anticipo vanno anche segnalate e conteggiate le partecipazioni volontarie e, per così dire, singole, di cittadini che con grande senso civico hanno scelto di prendere parte alla mattinata dedicata all’ambiente e alla pulizia. Sono state ripulite la zona Baslenga, con attenzione particolare per il Lido Po e la chiesa di Santa Maria, così come per il ponte della ferrovia. La Canottieri Eridanea, invece, ha pulito la zona del porto e in parte anche del ponte della ferrovia, mentre l’Associazione Oltrefossa ha raccolto rifiuti tra Fossacaprara, vicino alla Cascina sul Po, e Roncadello. Il Comitato Slow Town era responsabile della zona Giardini Pubblici, il Gruppo Emergenti Quattrocase s’è presa cura della frazione stessa, così come Casalbellotto Insieme per Casalbellotto, appunto. Le Guardie Ecologiche Volontarie hanno operato nella zona del Centro Commerciale, senza dimenticare le operazioni anche a Cappella e Valle (gestite dal Gruppo Cappella). Hanno preso parte all’iniziativa, suddivisi in vari territorio di competenza, anche Federazione Italiana Canoa Turistica, la Polisportiva Amici del Po Casalmaggiore, gli Amici dell’Ambiente di Sabbioneta, e il Centro Milarepa. Molti cittadini, dopo la raccolta, non sono tornati in piazza, caricando sui camion e poi tornando a casa, il che potrebbe fare lievitare il numero degli effettivi partecipanti, che è comunque stimato attorno a 150 unità.

Quel che conta, comunque è che i numeri, rispetto al passato, sono in aumento, per quanto concerne la partecipazione all’evento Primavera Pulita: l’anno scorso prese parte alla raccolta circa un centinaio di persone. Purtroppo sono cifre importanti anche quelle relative alla quantità di rifiuti raccolti: in attesa di una stima precisa di parla di oltre 300 quintali di rifiuti. Un calcolo ancora approssimativo ma che arriva dalla moltiplicazione dei dieci camion a disposizione e della loro portata (30 quintali l’uno). Tra i “ritrovamenti” più particolari anche un water, pneumatici di auto e anche di camion, carcasse di animali, raggiere di ruote delle biciclette oltre addirittura ad un sex toy lasciato in golena…

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti