Commenta

La prima semifinale
è di Conegliano:
Pomì ko al tie break

pomì-conegliano-playoff_ev

Nella foto Ortolani attacca il muro di Conegliano (Foto Francesco Sessa)

POMI’ CASALMAGGIORE – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 2-3

[27-29, 25-23; 25-18, 17-25, 13-15]

Pomì Casalmaggiore: Ortolani 14, Skorupa 4, Bianchini 2, Sirressi (L), Gennari 11, Quiligotti, Gibbemeyer 15, Klimovich, Stevanovich 11, Tirozzi 21. Non entrata: Agrifoglio. All.: Mazzanti.

Imoco Volley Conegliano: Glass 3, Furlan, Fiorin 15, Adams 18, Arimattei, De Gennaro (L), Katic, Ozsoy 30, Nikolova 17, Nicoletti, Barcellini, Barazza 9. Non entrate: Vasilantonaki, Boscoscuro. All.: Chiappini.

Arbitri: Satanassi e Bartolini.

Note: 2716 spettatori.

PRIMO SET – Il primo, storico punto cremonese in una semifinale playoff scudetto è del capitano della Pomì, Valentina Tirozzi. Stevanovich per il 2-2, poi l’Imoco evidenzia qualche imbarazzo in ricezione delle rosa e scappa a +4: Mazzanti interrompe sul 2-6. Tirozzi e un attacco out di Adams rimettono Casalmaggiore in scia ma Conegliano impiega poco a doppiare la Pomì: Glass vale il 4-9. Gennari fa urlare il PalaRadi e le rosa sembrano poter ricucire lo strappo ma le venete alzano nuovamente i giri e al time out si va sull’8-12. Con Stevanovich e Tirozzi Casalmaggiore torna a -1: stavolta è Chiappini a stoppare. Un’invasione gialloblu e due ace di Tirozzi ribaltano il parziale: 16-15. Si gioca punto a punto: Un paio di scarabocchi e le rosa riconsegnano a Conegliano le chiavi del set: 17-20. Gibbemeyer si carica sulle spalle la responsabilità dei due punti che ridanno fiato a Casalmaggiore: 19-20. Tirozzi dalla seconda linea: parità. Qualche problema in regia pare frenare il finale rosa: l’Imoco non se la passa meglio e si va ai vantaggi. Il punto decisivo, quello del 27-29 è di Ozsoy. Il primo set è di Conegliano.

SECONDO SET – La mani di Glass guidano l’Imoco fino al 6-4. Per la parità si deve attendere il 7-7. Il sorpasso è di Gennari che inchioda anche il 9-7. Altro muro, altro punto: lo erige Gibbemeyer. Conegliano lima lo svantaggio fino al contestato 11-11. Ozsoy per il 13-13, Nikolova per il 14-14. Il PalaRadi s’infiamma per la murata di Skorupa che cristallizza il +2: 16-14. L’argine Gibbemeyer-Gennari è invalicabile e Casalmaggiore va sul 18-15: Chiappini chiama il time out. De Gennaro sfida la forza di gravità e l’Imoco risale la china. Fiorin maltratta tre alzate di Glass e la Pomì viaggia a +4: 22-18. Il mancino incerottato di Nikolova è sempre carico: 22-20. Su un errore di Ortolani, Mazzanti richiama le sue. Effetto immediato: il 23-21 è proprio della numero 1 rosa. Tirozzi firma i due punti che valgono il parziale: 25-23 e 1-1 casalese.

TERZO SET – Pronti via e la Pomì cala il poker: 4-0 e Chiappini chiede il break. I decibel a bordo campo si alzano per il punto del 5-1 locale che manda su tutte le furie Conegliano. L’8-5 e il 10-6 sono di Ortolani, che prima interrompe la rimonta ospite poi ridà corsa alle casalesi. Ace con la complicità della rete: Stevanovich confeziona il +5 che regge sino al 12-7. Il 13-7 di Gennari tronca un flipper prolungato e manda in visibilio Mazzanti e il 95% del palazzetto. Skorupa dilata il vantaggio col muro del 19-13, Gibbemeyer la emula per il 20esimo rosa. Ozsoy prova a tenere vivo il parziale ma Gennari le fa capire che per Conegliano non ce n’è e in coppia con Gibbemeyer autografa gli ultimi punti del set: 25-28 e ora comanda Casalmaggiore.

QUARTO SET – L’avvio della Pomì è affannoso e nonostante un time out di Mazzanti l’Imoco accelera: 3-7. Le difficoltà casalesi restano e sul 4-10 il coach di casa toglie Gennari e inserisce Bianchini. Si arriva a metà set con le venete avanti di 7. Gibbemeyer e Ortolani provano a scuotere il parziale, ma Ozsoy è sul pezzo: 8-14. Stevanovich riprende a fare punti, come Gennari che torna al proprio posto e cerca di rilanciare le quotazioni rosa. Invano, Conegliano chiude tutti i varchi: 21-14 e Mazzanti offre minuti a Klimovich e Quiligotti. Si arriva rapidi al tie break: 17-25 e 2-2 nel computo dei set.

TIE BREAK – Gennari apre, Bianchini raddoppia con la specialità della casa: l’ace. Adams per il 2-1. Di Ozsoy il 3-3. De Gennaro ricicla tutto ma con Gibbemeyer e Tirozzi la Pomì rintuzza. Un’infrazione ospite unita all’attacco vincente di Tirozzi riporta il set in parità: 10-10. Un ace di Adams scava il solco: 10-12. Stevanovich lo ripiana: 12-12. La rete benedice la battuta di Tirozzi: 13-12. Bianchini e Stevanovich sbagliano la misura, una in ricezione l’altra in attacco: il ribaltone è completato da Ozsoy, 13-15. Il tie break è di Conegliano. Gara-1 delle semifinali scudetto è gialloblu.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti