Commenta

Bar Artic, ci risiamo
Il “solito noto” viene
fermato, poi rilasciato

carabinieri-ev

BOZZOLO – Chi aveva assistito alla scena aveva tirato un sospiro di sollievo. Così come il resto del paese quando aveva cominciato a diffondersi la notizia del fermo. Il magrebino a cui vengono attribuiti gran parte degli episodi di intolleranza nei pressi dei locali pubblici di Bozzolo e paesi limitrofi era infatti stato fermato dai Carabinieri della locale stazione.

Passando davanti al bar in cui amava particolarmente esibire la sua violenza e irascibilità poco prima di cena il nord africano era stato notato con le manette ai polsi bloccato da una pattuglia di Carabinieri. Poteva essere la liberazione da un incubo sia per la gente sia per i titolari del bar che avevano pure rischiato la chiusura temporanea su provvediimento della Questura di Mantova, alla quale però il legale dei titolari ha fatto presente l’assoluta mancanza di responsabilità dei suoi assisititi in quanto le risse e  i vandalismi, con disturbo della quiete pubblica, si manifestavano da tempo, addirittura con la precedente gestione. Dopo l’interrogatorio e una lunga permanenza in caserma comunque l’extracomunitario è stato rilasciato, riprendendo a girovagare per le strade di Bozzolo.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti