Commenta

In 800 per la River Run:
sport, solidarietà
e festa tutto a colori

River-run-ev

Sopra i primi due classificati in campo maschile e femminile e l’arrivo

CASALMAGGIORE – Grande successo per la River Run, la corsa colorata che ha raccolto l’adesione di ben 800 ragazzi, in gran parte provenienti dal Casalasco. La manifestazione si è snodata a Casalmaggiore su un percorso di 5 chilometri, partendo dal Lido Po e raggiungendo la Canottieri Eridanea, sempre nei pressi dell’argine, e si è contraddistinta, come moda degli ultimi tempi, dai tanti colori che durante il tragitto hanno bersagliato i partecipanti e in particolare le loro magliette. Colori ovviamente atossici, fatti di amido di mais.

A fare da apripista, attorno alle 17,30, è stato il volontario Marco Gozzi a bordo di un quad, mentre ha chiuso il torpedone un mezzo della Croce Rossa di Casalmaggiore. Il servizio di sicurezza è stato garantito dalle Gev e dalla Polizia Locale, mentre erano presenti altre associazioni, a partire dal Polo Romani, che ha avuto un ruolo essenziale nell’organizzazione dell’iniziativa, all’Atletica Interflumina, e poi l’Asd Rivarolo del Re, la Croce Rossa presente con un camper promozionale, l’associazione Diabetici dell’Oglio Po e l’associazione per la cura del morbo di Parkinson.

Cinque chilometri, cinque tappe e cinque diversi colori: giallo, blu, fucsia, arancione e verde. Le prime donne al traguardo sono state Fausta Raschi di Sabbioneta e Lara Paini di Casalmaggiore, mentre in campo maschile hanno prevalso Francesco Soragna e Daniele Paternieri. Il taglio del nastro al via è stato dato da Giorgio Reali e Sara Ferrari di Cisvol (rispettivamente presidente e coordinatrice casalasca), accompagnati da Bobo Rivieri della Baia e dai ragazzi del Polo Romani con il gruppo informale da poco costituitosi col nome di “Forever Young Staff” per il progetto “Scuola Volontariato”. Con loro anche due dottoresse del reparto di Pediatria dell’Oglio Po (Rosa Vitale e Aurora Silocchi), cui era destinato il ricavato (15 euro a persona, detratte le spese, che davano diritto a occhiali, maglietta, sacca e consumazione gratuita). Al termine della manifestazione, è scattata la festa con dj set fino a tarda sera alla Baia, con tanti ragazzi colorati e felici di aver trascorso una bella giornata di festa, sport e solidarietà.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti