Commenta

L’ambulanza per Tbilisi
al via dopo benedizione
al Santuario Fontana

benedizione-ambulanza_ev

Nella foto la benedizione prima della partenza

CASALMAGGIORE – Ci sarà anche un’immaginetta adesiva della Madonna della Fontana di Casalmaggiore a scortare nel loro viaggio verso Tbilisi, in Georgia, a bordo di una ambulanza donata dalla Padana Soccorso, Gherardo Poli e Giovanna Zanimacchia, casalesi doc, e i due ragazzi georgiani che li accompagnano Beka Eradze e Alexsandre Badgarasovi, partiti poco dopo le ore 11 di venerdì mattina dal piazzale del Santuario della Fontana. L’immaginetta è stata appiccicata nella parte interna del vetro anteriore del mezzo, dichiarato “fuori servizio” da un cartello posto sul parabrezza, come da prassi in questi casi.

Dopo avere salutato parenti e amici più cari, Gherardo e Giovanna, assieme a Beka e Alexsandre che hanno stretto mani e abbracciato le tante persone conosciute durante il soggiorno delle ultime settimane a Casalmaggiore, si sono diretti da via Guerrazzi, dove Poli ha il proprio studio di lavoro, verso il Santuario, dove ad attenderli vi era il padre superiore Andrea Cassinelli, che ha recitato alcune formule di benedizione specifiche per i mezzi di soccorso e, dopo la recita di un Padre Nostro collettivo, ha asperso di acqua santa l’ambulanza e i partecipanti al viaggio. Incuriosito, fra’ Andrea Cassinelli ha voluto conoscere i dettagli del percorso (riportato su una cartina sul lato sinistro dell’ambulanza), che venerdì sera chiuderà la sua prima tappa a Modugno, in provincia di Bari. Il frate cappuccino ha anche ricordato uno dei suoi viaggi umanitari, in Eritrea, compiuto dieci anni fa.

I protagonisti di questo viaggio, che giungerà a Tbilisi tra il 16 e il 17 settembre, attraversando Grecia e Turchia (alcune zone sono particolarmente “calde” politicamente e non solo in questo periodo), sono stati salutati sul piazzale del Santuario da alcuni parenti, con ulteriori abbracci e qualche lacrima di commiato in particolare per Alexsandre, che infatti rimarrà in Georgia per proseguire gli studi, contrariamente agli altri tre viaggiatori: Beka, infatti, tornerà proprio per studiare in Italia. Il rientro a Casalmaggiore, comunque, sarà molto più comodo, così come quello di Gherardo e Giovanna: dopo 3500 chilometri in ambulanza, che resterà in Georgia, donata a un ospedale locale, i tre al ritorno viaggeranno infatti in aereo con arrivo a Milano Linate.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti