Commenta

Oglio Po Oltre Expo,
dal Gal un progetto
turistico comprensoriale

tramonto-fiume-po_ev

Nella foto, un tramonto sul fiume Po a Casalmaggiore

CALVATONE – L’Oglio Po come destinazione turistica: un passo in avanti per gli operatori e le eccellenze locali, grazie al progetto Oglio Po Oltre Expo. Un’iniziativa che, per la prima volta, favorisce l’incontro tra gli operatori dell’accoglienza (ricettività, ristorazione, commercio…) che valorizzano le eccellenze locali (enogastronomiche in primis, paesaggistiche, identitarie) e il mercato turistico. Con la concretezza delle richieste raccolte alla Bit di Milano (con l’Associazione Amici di Casalmaggiore), e a Expo (con la presenza dei tre Borghi più Belli d’Italia – Sabbioneta, Castelponzone e Pomponesco), gli operatori sono chiamati a raccolta per una serie di incontri che hanno delle novità.

A coordinarli, un Direttore Tecnico di Agenzia Turistica, esperto in sviluppo turistico locale: formare sulle risorse dell’area (non promuovi se non conosci), ma soprattutto migliorare la capacità di incontrare la domanda turistica (con tre laboratori pratici finali, con agenzie di incoming locali). Un percorso itinerante nel territorio dell’Oglio Po mantovano (il progetto è sostenuto dalla Provincia di Mantova e Fondazione Cariplo, nell’ambito dell’emblematico “Nel Segno del Mantovano – Paesaggi e culture di fiume tra Oglio e Po”), che guarda tuttavia a tutti gli operatori dell’Oglio Po, perché il mercato turistico è come il paesaggio: non ha confini amministrativi.

Sedi degli incontri, luoghi belli, significativi: Teatro all’Antica (Sabbioneta), Corte Castiglioni (Marcaria), Palazzo del Bue (Rivarolo Mantovano), Centro Audiovisivo Oreste Coni (Gazzuolo), Fondazione Don Primo Mazzolari (Bozzolo), Chiesa Castello (San Martino dall’Argine), Teatro Sociale di Villastrada (Dosolo-Pomponesco), Torrazzo (Commessaggio), Museo Civico (Canneto sull’Oglio), Mu.Vi. (Viadana). Capofila, il Comune di Sabbioneta, iscritto con Mantova dal 2008 nella Lista del Patrimonio Mondiale Unesco. Gli incontri si svolgeranno dal 22 settembre al 23 ottobre: a breve il calendario dettagliato, ma è già possibile chiedere informazioni (l’iniziativa è gratuita ma a numero chiuso) presso la segreteria organizzativa (GAL Oglio Po – info@galogliopo.it).

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Tags, , ,
Commenti