Commenta

La benedizione
di Papa Francesco
a Massimo Pasini

pasini-papa-ev

Nella foto, Pasini riceve la benedizione di Papa Francesco

CASALMAGGIORE – L’emozione trova voce a distanza di ore: Massimo Pasini, casalese classe 1977, ricorderà a lungo la data di martedì 8 dicembre 2015. In occasione dell’Immacolata Concezione e dell’apertura della Porta Santa per il Giubileo della Misericordia a Roma, il casalese accompagnato dalla futura moglie Angela Marinelli (“saremo sposi il 16 aprile”, annuncia) è riuscito ad abbracciare Papa Francesco, che gli ha riservato una benedizione e una preghiera. Massimo era in Vaticano, martedì: “Abbiamo raggiunto San Pietro all’apertura della porta Santa, un’indescrivibile emozione averla varcata a fine messa con l’aiuto dei volontari dell’Unitalsi e della mia ragazza Angela. Siamo andati a vistare la tomba di Giovanni XXIII e di Giovanni Paolo II. La prima porta Santa l’ho varcata al Giubileo del 2000 sotto appunto il pontificato di Giovanni Paolo II”.

“Nel pomeriggio – continua Pasini – io ed Angela ci siamo trasferiti a piazza di Spagna dove sempre aiutati dall’Unitalsi abbiamo atteso il Papa che ha reso omaggio alla Madonna di quella piazza”. Lì Massimo Pasini ha incontrato il Pontefice: “Gli ho detto di pregare per noi in quanto saremo sposi il 16 aprile. Lui ha risposto ‘Va bene e tu ricordati di pregare per me’ e poi mi ha dato l’emozionante sua benedizione. La sua semplicità è la sua forza in quanto sembra di conoscerlo da sempre”.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti