Commenta

Schianto frontale
tra due giovani donne
fra Canneto e Acquanegra

inci-Canneto-Acquanegra-ev

Nella foto, le due auto dopo l’incidente

CANNETO SULL’OGLIO – Brutto incidente nella mattinata di giovedì sull’Asolana al confine tra Canneto sull’Oglio e Acquanegra sul Chiese. Fortunatamente le prime indicazioni fanno sperare che nessuna delle due donne coinvolte versi in condizioni gravi di salute, nonostante alla vista della scena del sinistro le preoccupazioni per la loro sorte fossero forti.

L’incidente è avvenuto alle ore 8,15 appunto di giovedì mattina, per pochi metri in territorio di Canneto, e pare sia stato, se non provocato, almeno favorito dall’asfalto ghiacciato.

Una Citroen C2 nera, guidata da A.S., donna di 25 anni di origini macedoni residente a Canneto, stava dirigendosi verso Acquanegra (non tragga in inganno la posizione dell’auto, che si è girata) quando si è schiantata contro una Toyota Yaris che procedeva in senso opposto, condotta da S.S., donna di 32 anni residente ad Acquanegra (anche se originaria del Cremonese) che si stava recando sul posto di lavoro a Piadena.

In attesa che venga ricostruita la dinamica esatta del sinistro, una delle ipotesi è che la Citroen sia slittata sul ghiaccio, con la conseguenza che la 25enne, perso il controllo della vettura, avrebbe invaso la corsia opposta, dove sopraggiungeva la Toyota. Di certo entrambe le donne hanno sterzato con decisione per cercare inutilmente di evitare l’impatto, anche questo spiega perché alla fine le due vetture si siano arrestate in posizione contraria rispetto alla direzione di viaggio. I segni della frenata erano evidenti anche sull’erba a lato della strada. Pezzi delle due auto erano sparsi ovunque, non solo di carrozzeria, come testimonia una batteria. Entrambe le auto dopo l’impatto hanno anche perso una ruota.

Nessuna delle due donne ha mai perso conoscenza. La peggio l’ha riportata la giovane macedone, che lamentava forti dolori agli zigomi dovuti al trauma facciale subito. Le condizioni della ragazza di Acquanegra non suscitano grandi preoccupazioni.

Sul posto si è portato un mezzo dei Vigili del Fuoco di Mantova oltre a un ausiliario del traffico per regolare il flusso, particolarmente intenso in quel tratto a quell’ora. Traffico che è rimasto bloccato per oltre un’ora. Per trasportare le donne all’ospedale sono giunte da San Giovanni in Croce anche due ambulanze della Padana Soccorso.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti