2 Commenti

Botte in classe:
un sedicenne finisce
in ospedale

Episodio di violenza tra coetanei all'Istituto San Giovanni Bosco di Viadana.
san-giovanni-bosco-ev
Nella foto, l'ingresso dell'Istituto

VIADANA – Intervento dei Carabinieri e del 118 mercoledì mattina presso una scuola di Viadana. Il fatto è avvenuto all’interno dell’Istituto San Giovanni Bosco di via Roma. Per cause che dovranno essere chiarite da parte dei protagonisti, due giovani studenti sono venuti alle mani. Dal diverbio presto si è passati alle vie di fatto con spintoni, ingiurie e altri epiteti irripetibili. Sino a quando uno ha sferrato un pugno in volto all’altro facendolo cadere a terra. Ad avere la peggio un sedicenne che ha dovuto ricorrere alle cure dei sanitari. Con l’ambulanza lo studente è stato trasportato al Pronto soccorso dell’Ospedale Oglio Po fortunatamente non in gravi condizioni. Adesso toccherà ai vertici scolastici capire e spiegare se si sia trattato di un episodio isolato e risolvibile attraverso una semplice ramanzina anche da parte delle rispettive famiglie oppure di qualcosa di più serio. Il bullismo e la prepotenza negli ambienti scolastici purtroppo stanno assumendo negli ultimi tempi livelli preoccupanti. E non si vorrebbe mai che anche a Viadana certe tendenze possano prendere piede.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Babilonia

    Quante cazzate

  • Corani Greta

    In una delle notti insonni che una madre ha, per svariati motivi, vi voglio spiegare come sono andate le cose riguardo a questo articolo… Perché ormai sono mesi che ci sto male e adesso butto fuori!!!!!!

    Il ragazzo che ha preso il pugno è mio figlio. Non c’è stata nessuna rissa, “semplicemente” un suo compagno di classe, intanto che mio figlio era in bagno, ha deciso di usare la sedia, dove mio figlio era seduto, come appoggio per i piedi intanto che cazzeggiava con l’ipad.

    Al rientro in classe mio figlio ha chiesto di liberare la sedia e visto il rifiuto ha tolto i piedi del compagno con le proprie mani causando l’accidentale caduta del l’ipad, che era appoggiato sulle gambe del compagno, scatenando le ire di questo ragazzo che, dopo un brevissimo diverbio tra i due, gli ha mollato un pugno in pieno volto!! AGGHIACCIANTE se pensiamo che sono 2 ragazzi di 16 anni!!! Per fortuna mio figlio ha avuto il sangue freddo di non reagire “per non giocarsi l’anno scolastico” mi spiega lui al pronto soccorso. Orgogliosissima della sua NON reazione, mi complimento con lui e lo rincuoro dicendogli che la giustizia lo ripagherà di questa suo autocontrollo e del fatto di aver messo la scuola, rispetto alla ‘reputazione di sedicenne’, in primo piano. Credo che in pochi si sarebbero controllati, anche adulti!!!!

    Ma come pensate che sia finita?

    Visto lo scalpore che ha fatto la notizia, l’istituto ha deciso di sospendere 10 giorni anche chi ha preso il pugno e non ha reagito! VERGOGNOSO! RIDICOLO! SCANDALOSO! E dopo vari incontri con le alte cariche dell’istituto, che si sono rimbalzate la responsabilità, la motivazione è Concorso di colpa… ?????? Per cosa???

    Per aver spostato i piedi, con le mani e non averlo segnalato al docente.

    Chi di voi in seconda superiore avrebbe chiamato il docente chiedendo di far spostare i piedi al compagno di classe?!?!?!??!?!?! Alla materna, FORSE!

    E quindi spostare i piedi di un mio compagno dalla mia seggiola, prendere un pugno in faccia e non reagire merita 10 giorni di sospensione????

    Abbiamo più volte rimarcato alla scuola il nostro disappunto e prontamente segnalato che dopo il rientro di mio figlio non si sono fatte attendere le spiacevoli e ripetute situazioni, in classe e nei corridoi dove gli altri alunni lo sfottevano per non aver reagito al pugno! Risultato???

    Altri 34 giorni di sospensione! RIDICOLI! Motivazione? Due episodi ritenuti gravi:

    un “che cazzo vuoi” a un ragazzo che lo stava per l’ennesima volta sfottendo per il pugno, e una polemica con toni accesi con un docente, senza offese o parolacce!

    Forse la vera motivazione è che la famiglia è stata troppo presente????….

    Sono più gravi questi due episodi che l’aver dato un pugno in pieno volto a un coetaneo, visto che il nostro pugile ha preso 30 giorni di sospensione….

    Tutto questo ha mandato a puttane i miei 16 anni di insegnamenti ed educazione.

    Tutto quello che io ho sempre cercato di inculcargli con la teoria, nella pratica NON funziona!

    Grazie a questo istituto col quale non si può ragionare, sono solo dei burocrati abituati ad esercitare il loro potere assoluto con dei ragazzini e non sono minimamente capaci di confrontarsi con le famiglie e le persole adulte!!!! Quante volte dal personale scolastico che ho incontrato in questi mesi mi sono sentita dire “io non c’ero, io non sono al corrente della situazione, io non ho deciso…” Per una famiglia come la nostra tutto questo ha un peso enorme, psicologico e logistico! Io ho a casa un sedicenne a fare niente tutto il giorno! Ingiustamente tra l’altro!

    È educativo?????????????

    GRAZIE AL SAN GIOVANNI BOSCO DI VIADANA MIO FIGLIO LA PROSSIMA VOLTA CHE RICEVERÀ UNO SGARRO RIPAGHERÀ CON LA STESSA MONETA!!!!!!!!! Se non peggio!