Commenta

Pomì, grande festa a Casalmaggiore
per le campionesse d'Europa.
E ora si guarda al mondiale

listone-ev

I festeggiamenti per la vittoria della Champions League di volley femminile non si sono fermati al PalaGeorge. La squadra, infatti, ha dato appuntamento ai tifosi sul listone di Casalmaggiore, dove circa un anno fa già si era festeggiato lo scudetto. Intorno alle 22 la piazza si è riempita, sia di coloro che non si erano potuti recare di persona a seguire la finale, ma che hanno voluto essere presenti alla festa, sia di un nutrito numero di tifosi, esausti ma felici, che da due giorni seguivano i match a Montichiari. Le ragazze, insieme al coach Barbolini, al presidente Boselli e a tutto lo staff della Vbc, sono approdate in piazza intorno alle 22.45, sulle note di “We are the champion”, intonato da tutto il pubblico.

Poche le parole, da quel palco, ma tantissima emozione. Le giocatrici della Pomì hanno ringraziato il pubblico, “perché è grazie a voi se abbiamo vinto”. Anche Barbolini e Boselli hanno detto qualche parola al microfono, parlando con grande commozione e soddisfazione di una vittoria per cui si è lavorato tantissimo. Ma il lavoro per le rosa non è finito. La vittoria della Champions, infatti, proietta ora la squadra verso il Mondiale per Club femminile FIVB, la competizione pallavolistica riservata alle squadre femminili vincitrici dei tornei continentali organizzati dalle cinque confederazioni appartenenti alla FIVB e mette in palio il titolo di Campione del mondo per club. Alla competizione prendono parte le squadre campioni continentali provenienti dalla CEV (Europa), dalla CSV (Sudamerica), dalla NORCECA (Nord-Centro America e Caraibi), dall’AVC (Asia) e dalla CAVB (Africa). Partecipano alla competizione anche le vincitrici nazionali del paese ospitante, e delle squadre invitate dalla FIVB, le cosiddette wild cards.

Nota di colore: le ultime tre edizioni di questa competizione sono state vinte da due delle tre squadre che la Pomì si è lasciata alle spalle durante questa final four: nel 2014 le russe della Dinamo Kazan, nel 2013 le turche della VakifBank, mentre nel 2015 il trofeo era andato alla Eczacibasi Istanbul.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti