Commenta

Bozzolo,
due consigli comunali
in cinque giorni

Doppia convocazione: la prima sabato, la seconda mercoledì. Tra i punti all'ordine del giorno, la fuoriuscita da Eridanus e Foedus.
torchio-galli-ev
Giuseppe Torchio e Massimiliano Galli

BOZZOLO – Due consigli comunali uno dietro l’altro a Bozzolo. Due convocazioni a raffica, la prima sabato 7 maggio alle ore 13 e la seconda quattro giorni dopo, mercoledì 11 maggio firmati dal sindaco facente funzione Cinzia Nolli. Quasi a voler dimostrare alla collettività che l’Amministrazione comunale non si ferma davanti all’ipotetica crisi che si poteva temere dopo la fuoriuscita del sindaco Giuseppe Torchio in seguito alla sentenza del Tribunale di Brescia che lo ha dichiarato ineleggibile. E se la Giunta dimostra di essere vitale affrontando questioni importanti all’ordine del giorno, ciò non significa che la strada sia in discesa. Da una recentissima riunione tra tutte le forze politiche elette, la maggioranza avrebbe fatto una specie di appello ad un’indispensabile unità di intenti per continuare a lavorare insieme, in armonia, per il bene del paese.

Ma i problemi non sarebbero per niente svaniti rivelando ancora divergenze all’interno della stessa maggioranza dove alcuni membri risultano lontani da una linea omogenea di pensieri e posizioni. Clamorosa poi la rivelazione da parte di esponenti di spicco nell’ammettere di non aver mai condiviso atteggiamento, scelte e posizioni dell’ex sindaco Torchio a cui si sarebbero allineati solo per “quieto vivere”. Un bel garbuglio, non c’è che dire. Anche perché tra sabato e mercoledì si dovranno discutere richieste forti come quella di fuoriuscire da Eridanus (la Polizia unificata) e Foedus (Unione dei comuni) di cui sono già state tracciate basi fondamentali, non da ultimo il consistente contributo erogato dalla Regione Lombardia attraverso il bando acquisito a condizioni diverse da quelle che si sono presentate successivamente. E poi il Documento unico di programmazione collegato al bilancio, le modifiche di Imu e Tasi  oltre ad una mozione della lista Noi di Bozzolo per chiedere al Comune di sollecitare Governo e Parlamento ad intervenire con atto avente forza di legge per dare piena attuazione alla sentenza 70/2015 della Corte Costituzionale.

I numeri del consiglio Comunale di Bozzolo al momento sono di assoluta parità con sei consiglieri in maggioranza e altrettanti all’opposizione. Ipotetico ago della bilancia il consigliere Pierluigi Marcante il quale pur in minoranza in certe occasioni non ha fatto mancare il suo appoggio alla linea di Torchio. Continuerà a valutare volta per volta le scelte migliori, come ha dimostrato sino a ieri, oppure si lascerà tirare la giacca da una parte all’altra degli schieramenti? Frattanto l’ex sindaco Torchio non è sparito dalla circolazione e anche se abbastanza abbacchiato partecipa alle manifestazioni di Bozzolo (vedi foto) sfoggiando un vistoso giubbotto in pelle da pilota delle Frecce Tricolori con la scritta “1 Leader “: una provocazione?

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti