Commenta

Bozzolo alla resa
dei conti: rischio
commissariamento

Martedì il consiglio comunale voterà il bilancio e potrebbe accadere di tutto.
bozzolo-ev
Il municipio di Bozzolo

BOZZOLO – E’ iniziato una specie di conto alla rovescia per sapere quale destino toccherà a Bozzolo. Proseguire con un sindaco facente funzioni sino alla convocazione di nuove elezioni opppure affidare, e molti aggiungono il verbo ingessare, la gestione del Comune ad un Commissario prefettizio. Ultima possibilità per evitare tale ipotesi verrà offerta martedi 7 giugno con la votazione in Consiglio del bilancio.

Su quale sostegno possa contare Cinzia Nolli per evitare il disastro non è al momento ipotizzabile. Anzi, pare che i venti contrari stiano soffiando ancora più forte preannunciando nuove tempeste. La prima cittadina avrebbe chiesto ausilio e collaborazione alle forze di minoranza in questo momento particolarmente delicato ottenendo di rimando delle richieste sinora inascoltate. Sergio Nardi, un tempo assessore ai Lavori pubblici ha chiesto per esempio in maniera esplicita a Cinzia Nolli di  spogliarsi di tutte le deleghe che si è attribuita dopo il recente rimpasto mentre Nicola Scognamiglio rincara la dose “pretendendo” che Nolli rinunci a tutti gli emolumenti percepiti quale amministratore per venire incontro alle necessità finanziarie del comune.

L’ex vice sindaco non risparmia nemmeno Giuseppe Torchio in questa battaglia per la morigeratezza e la volontarietà del mandato chiedendogli se moralmente non sia opportuna la restituzione delle due annate di stipendio percepite in qualità di sindaco delegittimato. Attesa con curiosità anche la mozione del minoritario Pierluigi Marcante con la proposta di far convergere oltre 180 mila euro dal bilancio comunale a favore dell’acquisto di un immobile di pregio quale l’ex Cinema Teatro Odeon della piazza. Un’idea che se accolta vedrebbe una mano in più (la sua) alzarsi al momento del voto. Sempre che prima non si sia creato il vuoto in aula con l’abbandono da parte dell’opposione e la mancanza del numero legale. Se poi si agiungono i problemi con un paio di assessori, una in predicato di lasciare Bozzolo, l’altro in disaccordo su determinate scelte si comprende come gli scenari siano complessi e confusi.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti