Commenta

Viola norme dell'affidamento
in prova, i carabinieri
lo riportano in carcere

Arrestato dovrà espiare ora una pena di 2 anni e 10 giorni in quanto ritenuto responsabile di gravi reati relativi alla bancarotta fraudolenta.
carabinieri-arresto-ev

TORRE DE PICENARDI – I Carabinieri della Compagnia di Casalmaggiore diretti dal Cap. Alessandro Placidi, hanno rintracciato, bloccato e tratto in arresto una persona di origini bresciane in esecuzione di un decreto di carcerazione emesso dall’Ufficio di sorveglianza del Tribunale di Mantova. I puntuali controlli dei militari dell’Arma della Stazione Carabinieri di Torre de’ Picenardi, che sono proseguiti ininterrotti anche durante il periodo estivo, e le informative inoltrate alla competente Autorità Giudiziaria con le quali si evidenziavano le reiterate violazioni agli obblighi imposti dal Tribunale in relazione alla misura alternativa di affidamento in prova, hanno indotto i giudici ad inasprirne la misura detentiva disponendo la sospensione della misura alternativa di affidamento in prova ed ordinando l’arresto e la conseguente reclusione nella Casa Circondariale di Cremona. Lo stesso, una volta fermato e notificato l’ordine di carcerazione, è stato immediatamente portato in carcere ove dovrà espiare ora una pena di 2 anni e 10 giorni in quanto ritenuto responsabile di gravi reati relativi alla bancarotta fraudolenta.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti