Commenta

Come non detto: chiazze
d'olio sul "listone" dopo
l'arrivederci delle giostre

Varie chiazze d’olio sono state ricoperte con lo spargimento di segatura, con l’obiettivo di prosciugarne il più possibile gli aloni senza che servano altri rimedi drastici per riportare il "listone" com’era prima.

CASALMAGGIORE – E’ durata poco l’illusione di piazza Garibaldi indenne da conseguenze dopo la partenza delle giostre e delle altre attrazioni che ne hanno avuto il possesso per una settimana. O meglio una parte di essa ha visto l’impegno della giovane titolare del Brucomela che, inginocchiata sui cubetti di porfido, ha pulito tutte le macchie d’olio con straccio e sgrassatore in mano.

Se la zona in corrispondenza del Bar Italia, per intenderci, è tornata all’originale condizione, lo stesso non si può dire per la parte opposta davanti a Banca Intesa, che invece versa in condizioni preoccupanti. Varie chiazze d’olio sono state ricoperte con lo spargimento di segatura, con l’obiettivo di prosciugarne il più possibile gli aloni senza che servano altri rimedi drastici per riportare il “listone” com’era prima. Chissà se il Comune, verificato ciò che effettivamente è accaduto, avrà la forza di rivalersi per i famosi 500 euro della cauzione versata dai titolari del luna park al momento di installare le loro attrazioni.

Ros pis

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti