Economia
Commenta

Al via l'11esimo Oscar Green. Coldiretti Giovani premia l’innovazione in agricoltura 

Le iscrizioni sono aperte e per inviare la domanda di partecipazione c’è tempo fino al 31 marzo 2017. Il Premio nazionale è rivolto ad imprenditori agricoli e agroalimentari, singoli o associati, di età non superiore ai 40 anni.

nella foto il Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, il presidente Coldiretti Cremona Paolo Voltini e un gruppo di Giovani Coldiretti

Oscar Green, che giunge quest’anno alla sua undicesima edizione, è il premio promosso da Coldiretti Giovani Impresa con l’obiettivo di valorizzare il lavoro di tanti giovani che hanno scelto per il proprio futuro l’agricoltura. “Vogliamo far conoscere tutta la creatività e il valore dell’agricoltura del nostro Paese, che ha come testimonial le idee innovative di giovani agricoltori. Ci auguriamo che siano tante le candidature da parte dei giovani agricoltori di Cremona”. Carlo Maria Recchia, delegato provinciale di Coldiretti Giovani Impresa Cremona, sottolinea con convinzione il significato dell’Oscar Green, il premio nazionale giunto all’undicesima edizione.

Le iscrizioni sono aperte e per inviare la domanda di partecipazione c’è tempo fino al 31 marzo 2017. Il Premio è rivolto ad imprenditori agricoli e agroalimentari, singoli o associati, di età non superiore ai 40 anni. Sul sito www.oscargreen.it  sono presenti tutte le informazioni ed è possibile compilare la domanda di partecipazione online.

Le categorie dell’edizione 2017 sono sei. Eccole, in sintesi:

Agri-YOU. Rientrano in questa categoria i progetti che sposano il concetto di agricoltura sociale, volti a rispondere a bisogni della persona e della collettività grazie alla capacità di trasformare idee innovative in servizi e prodotti destinati a soddisfare esigenze generali e al tempo stesso creare valore economico e sociale.

Campagna amica. Premia la capacità di valorizzare i prodotti Made in Italy (promuovendo i prodotti tipici italiani su scala locale, nazionale, mondiale) attraverso il rapporto tra impresa e consumatori, rispondendo alle esigenze dei consumatori in termini di sicurezza alimentare, qualità e tutela ambientale.

Crea. Nuova categoria che premia progetti che si distinguono per creatività e innovazione sia di prodotto che di metodo. La crisi economica e la concorrenza sempre più agguerrita generata da una maggiore apertura dei mercati hanno reso necessario puntare su prodotti e processi innovativi in grado di aiutare l’azienda a produrre meglio, in modo più efficiente venendo incontro ad una domanda di mercato sempre più variegata ed eterogenea.

Fare rete. Si rivolge a progetti che rispondono alla parola d’ordine “partnership”. Prende in considerazione modelli di imprese, cooperative, consorzi agrari, società agricole e start up, capaci di creare reti sinergiche in grado di massimizzare i vantaggi delle aziende agroalimentari e del consumatore finale.

Impresa 2.Terra. E’ la categoria rivolta a progetti che valorizzano nuovi percorsi tecnologici e di comunicazione. Premia le giovani aziende agroalimentari che hanno creato una cultura d’impresa esemplare, riuscendo a incanalare creatività, originalità e grande abilità progettuale per lo sviluppo e la crescita dell’agricoltura italiana, coniugando tradizione e innovazione.

We green. Premia i progetti che promuovono un modello di sviluppo sostenibile. We Green sono tutte quelle imprese che lavorano e producono in modo ecosostenibile riducendo al minimo la produzione di rifiuti, risparmiando energia e risparmiando i materiali attraverso processi innovativi a tutela dell’ambiente.

“Posso testimoniare che l’Oscar Green è un’esperienza unica. Grazie all’attenzione che riceve dai media nazionali e internazionali, è un trampolino di lancio strepitoso per le giovani imprese che vogliono farsi conoscere in Italia e nel mondo – conclude Carlo Maria Recchia che, nell’edizione 2014, è stato tra i vincitori della fase regionale e finalista nazionale –. E’ anche un’occasione per conoscere giovani imprenditori come te, che puntano sull’innovazione, che possono condividere conoscenze e idee. Si fa rete: a me ha dato la possibilità di stringere legami personali e professionali importanti. Anche sulla base della mia positiva esperienza, mi sento di invitare tutti i giovani agricoltori a farsi avanti e partecipare”.

La Segreteria di Coldiretti Giovani Impresa Cremona (tel. 0372 499814) è a disposizione dei giovani agricoltori interessati, per info e adesioni.

redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti