Commenta

Casalmaggiore si sveglia città
dei bambini: commercio e
politica a favore dei piccoli

A guardare la mostra e a conversare con volontari e ragazzi anche il sindaco Filippo Bongiovanni che ha apprezzato lo sforzo messo in campo dai commercianti, da slow town e da Persona Ambiente.

CASALMAGGIORE – Si è aperta questa mattina, con il Walk Bike to School, il lungo week end dedicato ai bambini. Meno numerosi dell’anno scorso i bambini che si sono ritrovati in piazza per andare a scuola, complice anche il tempo incerto e la possibilità di pioggia.

Accompagnati dalla Polizia Municipale e con l’ausilio delle GEV i bambini, a piedi o in bicicletta, hanno potuto recarsi a scuola via tangenziale. A 9.30 poi è stata chiusa via Favagrossa e lì è iniziata la vera e propria festa: sono stati esposti i disegni dei piccoli sulla ‘città che vorrei’, e i bambini, da quelli delle materne alle elementari, hanno potuto giocare, disegnare, sorridere riappropriandosi della strada, per una volta chiusa al traffico.

A guardare la mostra e a conversare con volontari e ragazzi anche il sindaco Filippo Bongiovanni che ha apprezzato lo sforzo messo in campo dai commercianti, da slow town e da Persona Ambiente. Giochi, merende, iniziative, pastelli e fogli, piante da coltivare, trucco e fotografie.

Oggi pomeriggio, dalle 17.00 appuntamento in via Cavour. Mercatino dei bambini, laboratorio per i genitori, pizza e focaccia per tutti, giocolieri e bolle di sapone. Al parco di via Italia l’Interflumina farà giocare i bambini e al centro Milarepa yoga bimbi.

Oggi, domani e dopodomani la città è dei più piccoli: che sembrano gradire. E ancor di più gradiscono i loro genitori. I giochi e le iniziative per i più piccoli sono infatti un modo per incontrarsi anche per i loro genitori. Casalmaggiore è un po’ più social, e lo è per tutti.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti