Commenta

Avis Casalmaggiore, servono
nuovi donatori: l'appello con
l'arrivo delle vacanze estive

“I dati sono allarmanti - spiegano i responsabili - e all'Avis di Casalmaggiore abbiamo le donazioni tutti i mercoledì e una domenica al mese. In media a donazione siamo intorno ad una trentina di donatori, di questi solo 2 o 3 sono giovani. A volte anche meno”.

CASALMAGGIORE – Ogni volta la stessa storia, che ritorna anche quest’anno: l’appello arriva dall’Avis, sezione di Casalmaggiore, ma l’emergenza è nazionale. Restando comunque sull’orizzonte locale, perché ogni piccolo tassello può fare la differenza nella costruzione di un puzzle, servono nuovi donatori, anche nella realtà di Casalmaggiore dove l’esigenza è la medesima e dove soprattutto, come è stato spiegato in uno degli ultimi incontri pubblici organizzati da Avis Pedale Casalasco, si verifica un’enorme carenza di giovani donatori.

“I dati sono allarmanti – spiegano i responsabili – e all’Avis di Casalmaggiore abbiamo le donazioni tutti i mercoledì e una domenica al mese. In media a donazione siamo intorno ad una trentina di donatori, di questi solo 2 o 3 sono giovani. A volte anche meno”. Così, con il periodo delle vacanze estive, si punta alla possibilità che nuovi giovani si avvicinino alla realtà del dono del sangue, dato che la richiesta c’è sempre e non diminuisce, anzi proprio nel periodo estivo aumenta. “Continueremo sicuramente con momenti di sensibilizzazione per spiegarne l’importanza” spiegano da Avis, ma intanto l’appello è lanciato.

Come ha riportato l’Ansa nazionale mercoledì, giornata mondiale della donazione del sangue, in Italia nel 2016 c’è stata una donazione ogni 10 secondi, che ha permesso di garantire le cure per 660mila pazienti. I numeri sono stati raccolti dal Centro Nazionale Sangue dell’Istituto Superiore di Sanità, e presentati durante un evento al ministero della Salute in occasione della giornata mondiale della donazione di sangue dell’Oms.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti