Commenta

Il Papa e le carezze ai bambini:
quel bisogno di contatto umano
che Francesco non rinnega

Una mamma da dietro le transenne deve aver chiesto qualcosa ad uno della Gendarmeria Vaticana, il quale le è andato vicino prendendole il bambino. Subito dopo l’addetto alla sicurezza ha raggiunto la postazione più vicina al passaggio del Papa dove il piccolo ha potuto ricevere la classica carezza sulla testa.

BOZZOLO – Si è sempre notato attraverso le immagini televisive quanto attaccamento e vicinanza il Papa dimostri verso la gente comune, in special modo nei confronti dei bambini. E lo si è visto in diretta anche martedì mattina sul piazzale della Chiesa di Bozzolo dove erano seduti per terra un centinaio di ragazzini dalle magliette colorate e coordinati dal Vicario don Gabriele.

Una mamma da dietro le transenne deve aver chiesto qualcosa ad uno della Gendarmeria Vaticana, il quale le è andato vicino prendendole il bambino quasi strappandoglierlo dalle braccia con un movimento veloce e delicato. Subito dopo l’addetto alla sicurezza ha raggiunto la postazione più vicina al passaggio del Papa dove il piccolo ha potuto ricevere la classica carezza sulla testa. Un momento che la mamma di quel piccolo ha vissuto con una intesità emotiva indescrivibile, condivisa con altri genitori e persone sfiorate dal passaggio della più alta carica della Chiesa Cattolica.

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti