Commenta

Torre d'Oglio, Perteghella
durissimo: "Il sit in per il ponte?
Una carnevalata di fine estate"

"Il grande errore politico commesso da tutte le forze politiche in campo - spiega Perteghella - è stato quello di pensare che la viabilità di quel tratto potesse essere soddisfatta in eterno da quel ponte con queste o quelle modifiche".

VIADANA – Il consigliere Silvio Perteghella risponde alle parole del responsabile della Lega Nord Cedrik Pasetti e al sindaco di Viadana Giovanni Cavatorta.

“La presente – scrive Perteghella – per rispondere alle provocazioni del Segretario Pasetti e alle dichiarazioni del Sindaco Cavatorta. Per rispondere a Pasetti, innanzitutto andrebbe ricordato lui che il sottoscritto non è mai stato ne candidato ne eletto in Consiglio Provinciale e come Consigliere Comunale Viadanese non ho mai votato alcun che in favore della manutenzione straordinaria (risalente all’anno 2010) del Ponte di Torre d’Oglio tanto dibattuta e contestata.

La ricerca di responsabilità sulla manutenzione straordinaria del 2010 diventa forviante, in quanto è ormai dimostrato che utilizzare l’attuale ponte come unica soluzione per la viabilità porterà comunque a future e continue opere di manutentenzione ordinarie e straordinarie con lunghi periodi di non transibilità. Sul progetto del 2010 Pasetti potrà comunque consultare lo studio tecnico che lo progettò, lo stesso che l’Amministrazione comunale Viadanese ha da qualche mese incaricato per la progettazione definitiva del Palazzetto dello Sport con un aumento dei costi di ben un milione di euro.
Il grande errore politico commesso da tutte le forze politiche in campo è stato quello di pensare che la viabilità di quel tratto potesse essere soddisfatta in eterno da quel ponte con queste o quelle modifiche. Per rispondere al Sindaco Cavatorta, nessuno crede che i Comuni di Viadana e Marcaria possano impiegare risorse per il nuovo Ponte, è però nelle capacità e nelle competenze dei due Comuni pensare ad un serio progetto di valorizzazione culturale e turistica.
Alla Provincia l’obbligo amministrativo di  realizzare la  progettazione preliminare di una variante viabilistica per un Ponte nuovo; a Regione Lombardia la volontà di impiegare sul territorio Oglio Po una piccolissima fetta di quella grande torta (10 mld 745 mln di Euro di cui circa 130 mln ancora liberi) prevista per gli investimenti sul territorio lombardo. Ad oggi sul territorio non sono finite nemmeno le briciole.
Ora non credo sia questo il momento di perdersi in inutili carnevalate di fine estate ( sit-in del 2 Settembre sul Ponte), piuttosto il momento di chiedere unitariamente e  a gran voce a Regione Lombardia il benestare per un investimento serio, importante e definitivo, avvalendovi del vostro rappresentante locale ( Ass.Gianni Fava) che prende parte ai lavori della Giunta Lombarda”.
redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti