Commenta

PUT, Carlo Stassano: "Una
amministrazione che ascolta
dimostra di avere un'anima"

"Credo - spiega il presidente dell'Interflumina - che occorra riflettere ulteriormente. Il PUT che verrà presentato in Consiglio Comunale non è e non può essere considerato 'Vangelo'. Sono certo che possano ancora esistere importanti momenti di riflessione"

CASALMAGGIORE – Una riflessione sulla viabilità e sul modello di città sostenibile. E’ quella che fa il professor Carlo Stassano, presidente dell’Atletica Interflumina, da sempre impegnato con i ragazzi. Una riflessione molto pacata nei toni ma decisa nei concetti.

“Non voglio entrare sul tema PUT a ‘gamba tesa’ – spiega – ho troppo rispetto per chi lavora e, soprattutto, se lo fa in Scienza e Coscienza. Mi permetto, però, di condividere a pieno le osservazioni esposte, da tempo, dal Cittadino Gian Carlo Simoni, persona che gode interamente della mia stima per essere integerrimo, assolutamente lontano da ogni tipo di interesse personale se non quello del Bene dei Bimbi e della nostra Città, tenace nelle sue giuste convinzioni, sempre “sul pezzo” con competenza e ricerca.

Mi pregio di segnalare una piccola realtà  (http://vivigrumes.it) che merita assolutamente d’essere approfondita. Se ne resta ammirati ed innamorati! Grumes, la Città Slow più piccola al mondo. Comune posto lungo la Val di Cembro-Avisio fra Trento e Cavalese, rimasto con soli 450 abitanti doveva scegliere: o ‘scomparire’ dalla faccia della terra vedendo allontanarsi definitivamente gli unici abitanti rimasti, o rigenerarsi rimettendo i moto i valori originali della Persona, dell’Ambiente, delle capacità Artigianali, dell’Agroalimentare.

Pensate, un Comune di 450 anime che delibera di avere un Centro chiuso al traffico veicolare per rispettare l’Ambiente, per rispettare il transito pedonale e ciclabile delle Persone. Grumes è Oasi di Pace, di Verde, già in un contesto montano naturale bellissimo, ricco di vegetazione con percorsi escursionistici fantastici. Si rigenera attraverso la promozione della biodiversità ambientale e rurale per il Bene dei Suoi Cittadini e dei Turisti.

E da qui Grumes si apre al Mondo. Credo che occorra riflettere ulteriormente. Il PUT che verrà presentato in Consiglio Comunale non è e non può essere considerato ‘Vangelo’. Sono certo che possano ancora esistere importanti momenti di riflessione.

Solo un Consiglio Comunale che sa ascoltare i cittadini dimostra di avere un’Anima, certifica di avere veramente a cuore i temi della città, ne approfondisce le ragioni di possibili divergenze di pensiero e, soprattutto, dimostra di leggere il futuro di una Città che deve essere sempre più a misura d’uomo nel rispetto di una sua vivibilità, socialità, solidarietà. Una Città che si sa riconoscere in Comunità”.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti