Commenta

Cavatorta a Perteghella:
"PalaFarina attrezzato anche
per sisma mai visto sin qui"

Cavatorta poi fa il punto dei lavori. “Dalla prossima settimana le ditte invitate a partecipare alla gara d'appalto effettueranno i sopralluoghi obbligatori previsti dal bando per poi presentare le offerte. La gara basata sul criterio del rapporto qualità prezzo richiede un impegnativo lavoro da parte della commissione".

VIADANA – “In merito all’interrogazione di Perteghella che dice di aver fatto con spirito costruttivo, ma nella quale intravedo più la ricerca di visibilità, altrimenti non avrebbe utilizzato lo strumento dell’interrogazione, vorrei precisare alcuni punti anche perché se ne sono sentite tante intorno al palazzetto. Di sicuro non ci si può improvvisare tecnici, esperti di appalti o di ingegneria sismica”.

Così il sindaco di Viadana Giovanni Cavatorta risponde al consigliere di minoranza. “A un anno dal concorso di progettazione il progetto esecutivo corredato da tutti i pareri necessari definito in ogni suo particolare da oltre 130 elaborati di progetto tra tavole grafiche, relazioni e valutazioni economiche è pronto per la seconda fase della gara. Il progetto ha visto un primo esame nel mese di giugno da parte della commissione di pubblica sicurezza composta da vigili del fuoco, ATS, esperti acustici e elettrici per la parte inerente la futura omologazione della struttura e quindi nel mese di agosto è stato consegnata la prima versione del progetto esecutivo”.

“La sola parte strutturale è composta da oltre 30 elaborati – continua il sindaco – e la commissione sismica, alla quale va il mio ringraziamento per il lavoro svolto, ha effettuato 5 sedute per esaminare il progetto per la complessità e quantità di elementi da valutare. La commissione ha emesso nella seduta di martedì 3 ottobre il parere favorevole con alcune indicazioni che i progettisti stanno già tempestivamente analizzando per definire in modo esaustivo tutti gli aspetti e le ipotesi di calcolo legati al comportamento sismico dell’edificio classificato come strategico dal punto di vista sismico. Questo significa che può resistere a un sisma di intensità superiore a qualsiasi evento mai registrato che potrebbe al crollo totale della maggior parte degli edifici di Viadana”.

“Un progetto non semplice – spiega Cavatorta – che aveva come obiettivi il recupero di buona parte dell’esistente palasport e migliorarlo in ogni sua componente dal clima acustico e termico alla sicurezza antincendio e sismica alla visibilità e dotazione impiantistica. In merito ai costi dell’intervento  in rapporto alle spese di riparazione del palasport di Castelgoffredo (1.5 milioni di euro) di dimensioni minori di quello di Viadana e senza la necessità di modificare e adeguare le strutture verticali e quello di Borgo Chiesanuova la cifra stanziata, che ha suscitato la contestazione delle minoranze peraltro favorevoli all’intervento, è il linea con altri interventi simili”.

Cavatorta poi fa il punto dei lavori. “Dalla prossima settimana le ditte invitate a partecipare alla gara d’appalto effettueranno i sopralluoghi obbligatori previsti dal bando per poi presentare le offerte. La gara basata sul criterio del rapporto qualità prezzo richiede un impegnativo lavoro da parte della commissione che dovrà valutare numerosi aspetti per individuare l’offerta migliore. Tengo a precisare che le modalità di individuazione del team di progettisti e della ditta esecutrice sono assolutamente nuove per questa amministrazione e sono state scelte nel rispetto dei criteri del nuovo codice degli appalti e delle linee guide dell’autorità anticorruzione per garantire massima trasparenza e imparzialità nelle scelte”.

“I tempi delle procedure nonostante la complessità delle stesse – conclude il primo cittadino viadanese – devono comunque rispettare le scadenze che ci siamo imposti e si dovrà aggiudicare entro la fine dell’anno. Pertanto confido che nei primi mesi del 2018 possa iniziare il cantiere e nel passare su via Kennedy non vedremo più il palazzetto crollato e abbandonato ma l’opera che abbiamo voluto e approvato in costruzione”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti