Commenta

Terre dei Gonzaga, operativa
l'Unione: minoranza rivarolese
protesta per orario consiglio

“È da oltre un anno ormai che chiediamo di convocare i Consigli Comunali nel dopo cena, dandoci così l’opportunità di partecipare attivamente alle sedute e in tutti e tre i casi abbiamo comunicato la nostra assenza, chiedendovi anche di rimandare i Consigli" spiega la minoranza rivarolese.

BOZZOLO/RIVAROLO MANTOVANO – L’Unione “Terra dei Gonzaga” tra i Comuni di Bozzolo e Rivarolo Mantovano diventa una realtà operativa: questa settimana i rispettivi Consigli comunali hanno deliberato il trasferimento del personale (entro l’anno in corso) e di fatto avviato la costituzione degli Uffici unici. Il Consiglio comunale di Bozzolo, nella seduta del 23 ottobre si è espresso all’unanimità a favore. A Rivarolo Mantovano, la sera del 26 ottobre, voto compatto del gruppo di maggioranza, mentre la minoranza ha disertato l’aula per la terza volta consecutiva.

A tal proposito è scattata la polemica, con il gruppo di maggioranza del sindaco Massimiliano Galli che ha ricordato come sia doveroso partecipare al consiglio comunale. D’altro canto la minoranza ha risposto: “È da oltre un anno ormai che chiediamo di convocare i Consigli Comunali nel dopo cena, dandoci così l’opportunità di partecipare attivamente alle sedute e comunque in tutti e tre i casi abbiamo comunicato preventivamente la nostra assenza, chiedendovi anche di rimandare i Consigli. Appare ormai chiaro come la maggioranza convochi i Consigli intorno alle ore 18 per limitare la nostra partecipazione: i tre componenti della minoranza consiliare svolgono un’attività lavorativa che li impegna tutto il giorno e quindi, essendo le 18 in linea con l’orario lavorativo, non possono partecipare. Ricordiamo che oltre a limitare la nostra partecipazione, si limita anche quella dei cittadini che vogliono assistere ai Consigli. La scusa “il Segretario non ha tempo se non a quell’ora” non regge più dopo oltre un anno! Ricordiamo che in passato il consiglio è sempre stato fatto alle 21 per agevolare tutti i lavoratori e per non far chiedere permessi alle aziende mettendo in difficoltà non solo le stesse ma anche il lavoratore che deve continuamente a elemosinare permessi”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti