Politica
Commenta1

L'onorevole Rotondi contro la guerra alla "casta": un ospite speciale alla conviviale Lions

Secondo Rotondi, originario di Avellino e cresciuto alla scuola di noti personaggi come Ciriaco De Mita, Mancino, Sullo e Bianco, il ritratto di una cricca di mangiapane a tradimento era abbastanza deformato al punto da spingerlo a scrivere a sua volta un libro a difesa di questa categoria.

VIADANA – “Una possente campagna denigratoria contro la classe politica”: questo secondo l’on. Gianfranco Rotondi, ospite venerdì di due Lions Club, quello di Viadana e l’altro di Casalmaggiore, con i rispettivi presidenti Maela Rossi e Carlo Pellegri, le finalità del libro “La Casta”scritto da due giornalisti del Corriere Sergio Rizzo e Gianfranco Stella con l’obiettivo di suscitare sfiducia da parte della gente per poi cercare di lanciare la figura di Luca De Montezemolo, che invece è poi rimasto presidente della Ferrari.

Nella foto Rotondi e Rossi

Secondo Rotondi, originario di Avellino e cresciuto alla scuola di noti personaggi come Ciriaco De Mita, Mancino, Sullo e Bianco, il ritratto di una cricca di mangiapane a tradimento era abbastanza deformato al punto da spingerlo a scrivere a sua volta un libro a difesa di questa categoria. “Hanno parlato molto dei privilegi, dei prezzi bassi alla bouvette insistendo sui guadagni da nababbi dei barbieri della Camera. Ma io personalmente ho verificato che si spende di più nei negozi del centro di Roma ma questo nessuno lo dice. Anche perchè fare la barba a Umberto Bossi è un’azione meritoria” ha aggiunto con quel pizzico di ironia accentuata dalla cadenza napoletana.

A portare il parlamentare a Viadana è stata Linda Buzzi, la cui casa insieme a Corrado Giordano era diventata la culla da cui è partita la campagna politica di Rotondi proiettata verso una carriera strepitosa. In ultima analisi Gianfranco Rotondi ha spiegato che esistono i motivi per restituire credibilità alla politica se non si concedesse spazio a quella campagna denigratoria tessuta da chi ha convenienza a mantenere al giorno d’oggi una poliitca debole. Molte le domande rivolte al relatore dalla presidente del Lions Club Viadana Maela Rossi, passando da quelle di Carlo Pelellegri (Lions Casalmaggiore) sino ad Enzo Rosa e altre in successione.

Nella foto Pellegri e Rotondi

Tanti gli ospiti della serata oltre alla consorte dell’onorevole la signora Maria Grazia, i sindaci di Viadana, Bozzolo, Dosolo, Pomponesco, il comandante dei Carabinieri di Viadana capitano Gabriele Schiaffini, la comandante della Polizia locale Doriana Rossi, l’imminente past Governator distrettuale Lions Stefano Cimarosti, il presidente del Lions Club Mantova Host Giampiero Pezzoli, i presidenti del Lions Sabbioneta Nova Civitas e Club Virgilio rispettivamente Angelo Favagrossa e Stefano Gialdini con la presidente dell’Inner Wheel Anna Maria Sarzi Sartori.

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti