Un commento

Adelina e Aldo, un amore
lungo una vita. Festeggiano
oggi 70 anni di matrimonio

Ad Asola il 6 dicembre 1947 due giovani si promettevano amore eterno. 7 decenni, 5 figli, 8 nipoti e 8 pronipoti dopo, i due festeggiano a Canneto le nozze di ferro. Più innamorati che mai.

CANNETO SULL’OGLIO _ 93 anni lui, 90 anni lei. Insieme da 76: 6 anni di fidanzamento e 70 di matrimonio. 5 figli (Anna, Guido, Bruna, Franco e Marino, ormai tutti in pensione), 8 nipoti e 8 pronipoti dai 3 ai 19 anni. Sono i numeri, i frutti, di un amore che una vita non basta a raccontare e che oggi taglia il traguardo delle “nozze di ferro”. E’ quello fra Adelina Finco, di origini venete e Aldo Azzini, asolano, entrambi ex coltivatori diretti e a Canneto ormai da 44 anni. Si sono conosciuti giovanissimi alla Cascina Marcona di Asola dove abitavano con le famiglie. Aldo aveva 17 anni, Adelina 14. Fosse stato per lui l’avrebbe sposata subito. Lei, invece ammette: “un po’ l’ho fatto penare…”. A dividerli ci ha provato la guerra. Quando però Aldo è tornato, era più innamorato e deciso di prima. Adelina, ha temporeggiato qualche anno. Ma poi il 6 dicembre 1947, in un giorno piovoso oltre che freddo, ad Aldo lei, ha promesso amore eterno, in chiesa ad Asola. Quando si sono messi la fede al dito, esattamente 70 anni fa, erano poco più che ragazzi. Adelina è stata una sposa all’avanguardia, niente vestito bianco. Sotto il cappotto marrone un abito rosa. “Era bella, sicuramente più bella di adesso – scherza Aldo”. La moglie prova a rimproverarlo con lo sguardo, ma sorride, sa che il marito bleffa. Lui la adora. Tra i due, lui è quello paziente. La coccola, le fa i massaggi ai piedi. Al pomeriggio quando la spostano dalla carrozzina alla poltrona è lui a coprirla e a badare che si senta come una regina. La sua regina.Adelina vicino ad Aldo risplende. La devozione di lui la commuove, ma sorniona non rinuncia a stuzzicarlo e a batterlo nelle quotidiane maratone di briscola. Sono giunti al 70° festeggiando alla grande ogni anniversario dal 1991: “Adelina – racconta la nuora Mirella che vive con i suoceri insieme al marito Guido – temeva di non arrivare alle nozze d’oro (foto sotto). I suoi genitori, così come quelli di Aldo, sono morti relativamente giovani. Quindi, dal 44° in poi, ci ha fatto sempre fare festa”. E festa grande sarà anche oggi nella casa di Via D’Azeglio, dove Adelina e Aldo, sommersi dall’affetto della loro numerosa famiglia taglieranno instancabili un’altra torta nuziale. Con negli occhi una vita d’amore e nella mente un nuovo traguardo: le nozze di platino. E allora: in alto i calici, “W gli sposiiii…bacio, bacio, bacio…”Maria Luisa Rancati

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Galloni Adriana

    Che bella testimonianza d’amore mi ha commosso ,in questo mondo dive quasi tutti pensano solo a farsi del male,è bello ed educativo vedere che ci si può amare a lungo termine,auguro di cuore ancora tanta felicità a questa meravigliosa coppia .