Commenta

Pot Viadana, Fiasconaro
chiede risorse e incassa
il no in Regione. I dubbi

La Regione dovrà spiegare ai cittadini viadanesi in che modo intendono finanziare questo Pot. Se non intendono metterci soldi il progetto non potrà mai essere realizzato

VIADANA – “Da settimane sentiamo parlare dell’ipotesi di istituire un Presidio Ospedaliero Territoriale a Viadana, in sostituzione dell’attuale presidio della lungodegenza il cui contratto affidato ad una cooperativa scade a giorni, perché rilancerebbe il territorio in un’ottica di miglioramento del servizio sanitario locale e potrebbe fare da sponda all’ospedale di Vicomoscano del distretto Oglio Po. Dico che ne sentiamo parlare perché, di fatto, i dettagli sono ancora poco chiari, sia in termini di servizi erogati che di personale. So bene che servono risorse, anche perché l’ambito sperimentale sanitario Oglio Po non ha un’autonomia finanziaria. Più volte ho ribadito di volere più garanzie sui fondi che verranno investiti e sulla programmazione. Il bilancio regionale di previsione 2018, in questi giorni in discussione in Aula, è stata dunque per me occasione per riportare sul tavolo questo tema e, nello specifico, per chiedere che questo Pot venga finanziato con risorse aggiuntive idonee, pari ad un milione di euro. Il secco no che ho incassato, tuttavia, suona paradossale: giunta e assessore dovranno spiegare ai cittadini viadanesi in che modo intendono dunque finanziare questo Pot. È chiaro a tutti che se non intendono metterci soldi il progetto non potrà mai essere realizzato. Inoltre non si è ancora capito come il Pot sia stato inserito nella programmazione del territorio su più larga scala. A due passi esiste già un ospedale, l’Oglio Po, a una manciata di chilometri è previsto il Pot di Bozzolo e nelle vicinanze c’è anche l’ospedale di Asola. Il no dei vertici regionali lascia quindi aperti molti dubbi con relative preoccupazioni”. Così Andrea Fiasconaro Capogruppo M5S Lombardia.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti