Cronaca
Commenta

Bozzolo, salvati dalle leggi razziali da don Mazzolari: il 28 dicembre cittadini onorari

Il conferimento della cittadinanza onoraria era stato approvato dal consiglio comunale il 24 luglio scorso.

BOZZOLO _ Sarà conferita il 28 dicembre, alle 19, in Comune la cittadinanza onoraria a Leone Benyacar ed Oskar Tänzer, di origine ebraica, salvati negli anni delle leggi razziali da don Primo Mazzolari insieme alle autorità del paese. Il conferimento della cittadinanza onoraria era stato approvato dal consiglio comunale il 24 luglio scorso. Nel dicembre 1943 la famiglia ebrea dei Benyakar in cerca di aiuto si rivolse a Rita Beduschi in Zanchi. La donna li portò a Bozzolo da don Mazzolari che escogitò l’idea di confonderli con un gruppo di sfollati senza documenti appena arrivati da Gaeta e li sistemò a San Martino. Anche la vicenda dei Tanzer ha visto come protagonista Mazzolari. Nell’ottobre 1943, quando l’ordine era di segnalare ebrei da arrestare, don Mazzolari andò da loro con il maresciallo Antonio Sartori e il podestà Giovanni Rosa offrendo la possibilità di nascondersi in una cascina tra Bozzolo e Rivarolo presso gente fidata.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti