Commenta

Stazione Fs, ufficiale: i bagni
gestiti da associazione tra 7-10
giorni. E arriva riscaldamento

“Nei prossimi giorni al comune verranno consegnate le chiavi dei bagni - spiega il primo cittadino - e la stessa Rfi si farà carico di sistemare e pulire i bagni stessi. Questo significa che non servirà nemmeno un contratto di comodato d’uso, dato che l’associazione, già individuata, si occuperà solo dell’apertura e della chiusura”.

CASALMAGGIORE – Ancora sette, al massimo dieci giorni – tanto sarà necessario per la sistemazione definitiva dei danni scovati – e poi i bagni della stazione ferroviaria potranno aprire. Lo rende noto il sindaco Filippo Bongiovanni, che proprio lunedì nel pomeriggio ha parlato con i vertici regionali di Rfi, ottenendo questa rassicurazione. “Nei prossimi giorni al comune di Casalmaggiore verranno consegnate le chiavi dei bagni – spiega il primo cittadino – e la stessa Rfi, che già pulisce la sala d’attesa, si farà carico di sistemare e pulire i bagni stessi. Questo significa che non servirà nemmeno, come si pensava, un contratto di comodato d’uso, dato che l’associazione, che già abbiamo individuato e il cui nome verrà svelato nei prossimi giorni, si occuperà solo dell’apertura e della chiusura dei bagni”.

Arriverà inoltre una lampada a irraggiamento, che scalderà la sala d’attesa, consentendo così una attesa più confortevole per chi aspetta il treno, specie nei mesi più freddi e rigidi. Anche qui, nel giro di una settimana, il problema della mancanza di riscaldamento verrà risolto con questa soluzione, non essendovi più i termosifoni. Terzo punto, molto significativo, riguarda il piazzale dell’ex scalo merci, gestito da Fer Servizi, una delle partecipate di Rfi. Sono stati fatti passi avanti e in questo caso il comune dovrebbe visionare nelle prossime ore una bozza di contratto di comodato d’uso, dopo che la richiesta ufficiale di poter utilizzare l’area dell’ex scalo merci come “espansione” del parcheggio per le auto, stante l’aumento del flusso di pendolari, è giunta sul tavolo di Fer Servizi.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti