Commenta

Festa del Pipèn, primo
weekend con il botto:
e Mengacci conquista

Nella gara delle pancette ha trionfato Piacenza, con tre primi posti di quella provincia (primo il salumificio San Bono di Ponte dell’Olio primo, a seguire salumi Grossetti Strà di Nibbiano e salumificio Chiarone di Pianello). GUARDA IL VIDEO

TORRICELLA DEL PIZZO – A tutto Davide Mengacci: è stato lui, il volto noto della tv, il grande protagonista della domenica di Torricella del Pizzo, seconda giornata della 13esima Festa del Pipèn, che continuerà il prossimo weekend. Dapprima l’incontro con il Gruppo antibracconaggio Amici della Golena, con Mengacci che ha lodato l’attività, ricordando di essere un tiratore a segno ma di avere un profondo rispetto per gli animali. Dopo l’assaggio di vin brulè, spazio al tour tra i banchetti. E ancora, scortato da Vanni Raineri ed Ernesto Marchetti del Comitato Fiera e dal sindaco Emanuel Sacchini, la visita all’Agriturismo Torretta della famiglia Fadani, ascoltando il suono degli strumenti meccanici del museo Amarcord, osservando i segreti dell’arte della norcineria e la ricostruzione dell’odometro, l’antenato del contachilometri, che per ogni pallina rilasciata misura 1 metro e mezzo.

Dopo di che Mengacci ha preso parte a un vero e proprio show culinario, accanto a Mara Viola, per la preparazione dei marubini. Il celebre presentatore ha preso informazioni e si è così scoperto che sono 25mila i marubini preparati per la Festa del Pipèn, senza però scordare il piatto forte, ossia il pizzetto, salame con filetto, e il piedino di maiale lessato. Domenica però è stato il giorno delle pancette: in giuria, con Mengacci, anche alcuni sponsor dell’evento, Valentina Zago della Pomì e il sindaco Sacchini, per valutare i salumi dal punto di vista visivo, olfattivo, gustativo, di strutture ed equilibrio. Ha trionfato Piacenza, con tre primi posti di quella provincia (primo il salumificio San Bono di Ponte dell’Olio primo, a seguire salumi Grossetti Strà di Nibbiano e salumificio Chiarone di Pianello) su nove pancette in gara. Ma alla fine ha vinto soprattutto il gusto. E allora, buon appetito!

Giovanni Gardani

 

© Riproduzione riservata
Commenti